Skip to content
9 maggio 2010 / Giuseppe Tringali - Colorificio.Online.it

PITTURA TERMOISOLANTE ANTIMUFFA A RISPARMIO ENERGETICO ATRIATHERMIKA

IDROPITTURA TERMOCERAMICA A RISPARMIO ENERGETICO ATRIATHERMIKA
atriathermika

atria

atriathermika
Strano sentir parlare di una pittura a risparmio energetico, vero ?

Di questi tempi è un problema che ci riguarda da vicino, ma fino ad oggi eravamo portati a pensare ad un elettrodomestico o ad una lampadina a risparmio energetico. Perchè una semplice pittura può portare un risparmio energetico nelle nostre abitazioni?95655825_atriathermikazpp

Con grande orgoglio ti presento ATRIATHERMIKA e SOFIA,  una gamma di prodotti termoisolanti  per interno ed esterno  in grado di distribuire uniformemente il calore su tutta la superficie  trattata, garantendo un risparmio energetico  dei costi di climatizzazione ambientale e , nientemeno, risolvere il fastidiosissimo problema dellla MUFFA sui muri freddo dovuto alla condensa.

Ma andiamo per gradi e spieghiamo cos’è una pittura termoisolante e a cosa serve. Abbiamo ampiamente discusso di prodotti termoisolanti nel topic MUFFA SUI MURI 2, in quanto questi prodotti risolvono efficacemente il problema dei muri freddi che poi causano umidità e condensa all’interno e , di conseguenza, infestazioni di muffa nelle stanze abitate.



sofia

I prodotti che vogliamo presentare sono due :  la pittura termoisolante per interni ed esterni ATRIATHERMIKA e la pittura Thermo Decorativa SOFIA.

ATRIATHERMIKA non si limita ad essere semplicemente la miglior idropittura Termoisolante sul mercato, ma aggiunge delle caratteristiche uniche nel suo genere!
Tutte le pitture termoisolanti tradizionali sono composte di microsfere di fibra di vetro che formano quello spessore necessario per isolare la parete interna dal freddo e difenderla dagli sbalzi di temperatura tra interno ed esterno.
La ricerca applicata su ATRIATHERMIKA ha introdotto nuovi materiali per garantire un miglior isolamento termico. Invece di sfere di vetro si è scelto di utilizzare microsfere di ceramica. Per spiegare la differenza tra i due materiali prendiamo una situazione pratica che ci aiuta a capire.

Immaginate di versare un caffè bollente dentro una tazzina di ceramica piuttosto che in un bicchiere di vetro. Entrambi i materiali sono termoisolanti, ma solo la ceramica, in seguito ad una lunga esposizione, resterà insensibile alla temperatura del caffè, mentre il vetro lentamente inizierà a diffondere il calore fino all’esterno.
Questo semplice esempio per chiarire le proprietà termiche delle microsfere ceramiche contenute in ATRIATHERMIKA.

Ed è proprio grazie a queste microsfere di ceramica che si può parlare di un prodotto realmente a RISPARMIO ENERGETICO!!!
La diffusione del calore solitamente avviene tramite un generatore (climatizzatore, calorifero, stufa) e si trasmette nella stanza per convezione. L’aria vicino al generatore, riscaldata, si sposta verso l’alto e man mano che si raffredda torna a cadere verso il basso.

Le soluzioni tradizionali creano così una disomogeneità di distribuzione del calore all’interno dell’ambiente dove, nella medesima stanza, coesistono diverse temperature. Con ATRIATHERMIKA,  il calore non viene più diffuso per convezione, ma per irraggiamento: il calore prodotto dal generatore viene raccolto e riflesso dal rivestimento termoceramico che a sua volta lo ridistribuisce all’ambiente circostante. Inoltre per conduzione, la stessa pittura assume una temperatura omogenea in tutta la superfice. Si viene così a creare una condizione di omogenea distribuzione del calore e un abbattimento della disuniformità di temperatura dell’ambiente con un conseguente benessere fisico e un notevole RISPARMIO ENERGETICO in costi di climatizzazione quantificato tra il 20 e il 30%.

Stesso principio di funzionamento di SOFIA, che non è nient’altro che il classico decorativo a pennello stile TERRE FIORENTINE che però è 100% anticondensa e termoisolante, come Atriathermika. Quindi finalmente sarà possibile ricoprire la nostra pittura anticondensa senza preoccuparsi di cancellarne l’effetto termico e allo stesso tempo decorare con bellissime tonalità, anche forti con riflessi dorati o argentati. Per ulteriori dettagli clicca sulla foto grande con sfondo viola di SOFIA.

75111617_atriathermikacert2

Per spiegare questo concetto, forse un po’ tecnico, mi aiuto con un’immagine ed un filmato interessantissimo! L’immagine ci mostra come una stanza trattata con ATRIATHERMIKA mantiene una temperatura costante di 22° tutto l’anno,  sia in inverno quando la temperatura esterna è di 10° , sia in estate quando il termometro può salire fino a 40°.  Il video non ha bisogno di spiegazioni e merita di essere guardato con molta attenzione.

Si tratta della dimostrazione pratica del fatto che ATRIATHERMIKA mantiene la temperatura a livelli ottimali anche in condizioni di caldo, e vince il confronto rispetto ad una pittura tradizionale. Altro beneficio  da non sottovalutare di ATRIATHERMIKA, applicata ad esempio nelle camere da letto,  è il maggior benessere ed igiene che dà grazie alla sue caratteristiche uniche. La migliore distribuzione del calore provoca una immediata sensazione di benessere e aiuta a migliorare il comfort degli ambienti.

ATRIATHERMIKA ha la peculiarità di essere un regolatore dell’umidità degli ambienti trattati. Questo comporta un tasso pressochè stabile di umidità che ostacola il formarsi di spore, muffe, muschi e il proliferare di germi. Infine, la diminuizione del moto di convezione dell’aria comporta un minore movimento di polveri nell’ambiente, contribuendo oltremodo a migliorare le condizioni di benessere, ridurre la possibilità di reazioni allergiche e dando sollievo a persone con problemi respiratori. Il prodotto è esente da solventi e/o prodotti ad emissioni gassose allergeniche, quindi è ecologico.

Riassumiamo quindi le caratteristiche di ATRIATHERMIKA :
– notevole risparmio energetico ed economico;
– forte potere coibentante caldo – freddo ( effetto thermos);
– eliminazione dei ponti termici, evita la formazione di muffe,alghe e licheni in presenza di condensa;
– equalizza la temperatura interna degli ambienti;
– forte riduzione della dispersione di calore dall’interno verso l’esterno;
– elevata permeabilità al vapore acqueo (massima traspirabilità);
– capacità di trattenere l’umidità in eccesso e recederla equilibrando il grado di umidità dell’aria nell’ambiente.

Quindi questa pittura non è dedicata esclusivamente a chi ha problemi di muffe per umidità e condensa, ma per tutti coloro che vorranno migliorare la loro qualità di vita con una pittura che farà da seconda pelle alle vostre pareti , favorendo la massima traspirazione ma allo stesso tempo distribuendo in maniera ottimale il calore negli ambienti, isolandoli da caldo e freddo.

Come si applica ATRIATHERMIKA ???
Essendo un’idropittura all’acqua, nonostante le sue caratteristiche innovative e il suo peso specifico più leggero dell’acqua grazie alle microsfere di ceramica, si applica come una normale pittura termoisolante, però qualche consiglio su come utilizzarla è necessario! ;)

ATRIATHERMIKA va diluita al max al 10% con acqua e ha una resa media di 3,5-4mq /lt per due passate, che garantiscono lo spessore ideale per creare l’isolamento termico. La resa è variabile a seconda del fondo, ovvero sarà maggiore se il fondo sarà lavabile o inferiore se invece sul muro è stata applicata pittura traspirante. In pratica, abbiamo riscontrato che per una stanza media di 4x4mt è necessaria almeno una latta da 13lt di Atriathermika, facendo due passate compresi i soffitti.

Una raccomandazione. A causa della composizione ultra leggera a base di microsfere ceramiche, durante l’utilizzo il prodotto tende ad addensarsi verso l’alto, proprio perchè le microsfere leggere tendono a salire e possono formare una piccola crosta. Questa reazione è normalissima e potreste notarla durante l’applicazione. Quindi si consiglia di mescolarla bene prima di iniziare la tinteggiatura e, col barattolo aperto, ogni due ore circa rimescolare velocemente la pittura per mantenerla sempre alla giusta densità.

Per la preparazione della superficie vogliamo suggerirvi un prodotto diverso dai soliti fissativi. Dopo tante ricerche abbiamo trovato un’azienda che produce un fissativo termoisolante a base di microsfere di vetro, quindi con lo stesso principio di funzionamento di ATRIATHERMIKA. Si tratta di KALORFIX il primo fissativo antimuffa termoisolante a risparmio energetico prodotto in Italia. E ovviamente non potevamo farcelo scappare !

L’applicazione è simile ai normali fissativi. Rimuvere eventuali vernici vecchie che si staccano in seguito all’umidità e applicare ALMENO due passate di KALORFIX senza diluizione. Lo scopo di questa preparazione è uniformare il fondo prima della verniciatura come fanno tutti  i fissativi e isolare i muri freddi già dall’interno, vista l’alta penetrazione di questo fissativo. Quale miglior fondo possibile per ATRIATHERMIKA ? Con questo ulteriore passaggio il risultato è più che garantito, visto che già solo il fissativo aumenta di 2/3° la temperatura della stanza in inverno! Figuriamoci con altre due passate di pittura termoceramica !

 

Se ci sono muffe dovute al problema di condensa, trattare con apposito prodotto sterilizzante MUFFA KO o SANIFIX VIP per assicurare la completa distruzione delle muffe prima di procedere all’imbiancatura finale.

ATRIATHERMIKA è disponibile in due formati :  5 litri e 13 litri colore bianco e colorabile con qualsiasi colorante universale o possiamo preparare la tua tinta preferita col nostro tintometro.

Sfatiamo una leggenda metropolitana che gira riguardo Atriathermika e le pitture termoisolanti, sul fatto che non si potrebbero colorare.
Ricevo ogni giorno almeno 3 telefonate di clienti che ci dicono che hanno da qualche parte che…. oppure il colorificio sotto casa (che non vende atriathermika e forse non l’hai usata)…o peggio ancora l’amico o il cuggino (si con due g…volutamente :) ).

Onestamente non so su che basi tecniche sia nata questa credenza, visto che la presenza delle microsfere non implica il fatto che la pittura non si possa colorare.
Ci tengo a tranquillizzare tutti dicendo che ogni giorno coloriamo la pittura per i nostri clienti col tintometro oppure forniamo un colorante universale al nostro cliente… e non ci sono mai stati problemi.

Ma dopo tanti bei concetti teorici…. è arrivato il momento della dimostrazione, della perizia fatta su Atriathermika. Come dire…. carta canta!
Questo caso di studio ci serve per capire i benefici di Atriathermika su una facciata di un palazzo con tanto di foto PRIMA e DOPO.
Mi rendo conto che è piuttosto tecnico ed è stato redatto per un cliente che lavora nel settore del risparmio energetico. Ma a volte per spiegare il concetto al più scettico, la scienza e la tecnologia ci viene incontro.

 

TEST CON TERMOCAMERA

Vogliamo portarvi a conoscenza di un test fatto con termocamera su un edificio che necessitava di un intervento di coibentazione:

L’edificio all’interno si presenta così:

 I

I riferimenti a persone sono stati oscurati per una questione di privacy.

La parete esterna, vista con termo camera si presenta così:

Il cliente ha voluto fare un test con Atriathermika pittura per esterno e sulla stessa parete, in 3 punti diversi, ha applicato prima il fissativo:

 

Successivamente Atriathermika:

Ecco i risultati:


Sp1 = 35,4° Infisso
Sp2 = 27,8° su struttura portante senza lo strato di Atriathermika
Sp3 = 25,9° su struttura portante con strato di Atriathermika
Sp4 = 30,6° su tamponature in mattoni senza lo strato di Atriathermika
______________________________________________________________________________________


Sp1 = 26,9° su struttura portante con strato di Atriathermika
Sp2 = 29,5° su struttura portante senza lo strato di Atriathermika
Sp3 = 32,0° su tamponature in mattoni senza lo strato di Atriathermika
Sp4 = 28,1° su tamponature in mattoni con lo strato di Atriathermika
______________________________________________________________________________________

atriancs
Per qualsiasi esigenza di colorazione, affidati al nostro servizio Tintometro Online.
Grazie al sistema ATRIASystem è possibile replicare più di 2000 tinte chiare, pastello e forti tratte dalle più importanti mazzette colori RAL e NCS 1950.
Non ci sono attese sulla spedizione perchè il colore viene preparato immediatamente non appena ricevuto l’ordine e spedito in giornata tramite corriere espresso.

Per qualsiasi informazione o per un preventivo su una particolare colorazione contattateci al nostro numero 02.43.11.41.83.

Consigliamo di non scegliere MAI una tinta sulla base di una riproduzione cartacea o dal monitor. Solo la cartella originale NCS e RAL garantisce l’effettiva resa cromatica della tinta scelta.

tintometro

Una delle domande più frequenti che ci pongono i nostri clienti è :
“E’ POSSIBILE RICOPRIRE LA PITTURA TERMICA CON UNA DECORAZIONE O UNA PITTURA NORMALE ?”

La risposta è NO. Le pitture termiche lavorano per riflessione di calore e quindi ricoprire con un altro prodotto non termico, annullerebbe l’isolamento realizzato o perlomeno lo ridurrebbe dell’80%.
E’ possibile colorare infatti ATRIATHERMIKA con i coloranti universali o richiedere una tinta a campione tramite il nostro servizio Tintometrico, senza rinunciare all’isolamento termico!!!!

In alternativa consigliamo un additivo da aggiungere all’Atriathermika che non altera il potere isolante.Si tratta del nuovissimo additivo GLITTERATO da noi ribattezzato GLITTERAMIX.
22196816_glitter_tixe

Nel barattolo troverete un GEL a base di GLITTER FINISSIMI oro o argento che si fonderanno perfettamente con ATRIATHERMIKA e conferiranno un effetto brillantinato spettacolare, senza dover ricoprire il prodotto con una vernice decorativa che annullerebbe gli effetti termoisolanti della pittura.
Basterà un barattolo da 750 ml su 13 lt per ottenere una cascata di brillantini sulle vostre pareti.  Da provare assolutamente!

———

In questo articolo abbiamo trattato l’idropittura ATRIATHERMIKA per interni che è adatta per risolvere il problema dall’interno, ma esiste anche una versione specifica di ATRIATHERMIKA  per esterni e si tratta di un prodotto davvero incredibile per verniciare facciate esterne, idrorepellente, che coibenta i muri esterni  senza dover applicare il cappotto. Insomma un prodotto unico nel suo genere, trattandosi di una pittura termoisolante. CLICCA QUI PER LEGGERE LA RECENSIONE DI ATRIATHERMIKA ESTERNI

Per chi volesse saperne di più, alleghiamo tutto il materiale informativo prodotto da ATRIA come queste brochure in pdf  che integrano la nostra recensione. ATRIATHERMIKA è disponibile da oggi in pronta consegna sul nostro shop online www.colorificio-online.it , il portale di EDILBRICO.NET specializzato in vernice ed idropitture professionali,  e nel nostro punto vendita di PIOLTELLO (MI) Via Bellini 48 – tel 02.43.11.41.83

wwwORDINE2

Ecco i rapporti di prova che certificano i  prodotti termoisolanti Atriathermika, per un buon risparmio energetico.

Rapporto di prova n° 110120-R-1419 eseguito dalla Certimac:

Determinazione sperimentale della conducibilità termica (norma UNI EN 1745) di vernici termiche.

Rapporto di prova n° 110104-R-0874 eseguito dalla Certimac:

Determinazione del contributo di una vernice termica a base ceramica sui valori di trasmittanza di pareti intonacate.

Rapporto di prova n° 232283 eseguito dall’Istituto Giordano:

Determinazione del fattore di riflessione luminosa e solare di vernici.

Analisi effettuata dal dipartimento di ricerche energetiche ed ambientali DREAM:

Prestazioni energetiche ed ambientali di edifici con pareti che utilizzano rivestimenti Atriathermika.

 

 

Se hai una domanda o vuoi ricevere ulteriori aggiornamenti sull’argomento, compila il modulo in basso coi tuoi dati.

 

TINTOMETRO VIP

191 commenti

Lascia un commento
  1. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 19 2015 08:57

    @PAOLO
    La pittura si diluisce al 10% e la resa media di una latta da 13 le è di 40/50mq.

  2. Paolo F. / gen 13 2015 22:45

    Salve,
    volevo sapere se la termopittura AtriaTermika è pronta per l’uso o va diluita ed inoltre vorrei conoscere la resa l/mq. Grazie per la gentile risposta.

  3. Giuseppe / mar 17 2014 13:47

    Ciao, ho usato in camera da letto, Atriathermica su una parete e una termopittura di altra marca (con microsfere cave di vetro) su un’ altra parete.Risultato: La parete trattata con “vetro” risulta calda al tatto (sensazione netta) mentre lo stesso non accade sulla parete trattata con Atriathermica.Qualcuno saprebbe spiegarmi?Grazie.

  4. raimondo / mar 10 2014 13:36

    salve vorrei sapere la durata di questa pittura (quanti anni)

  5. Davide / mar 9 2014 09:45

    @ Lucia: se la natura dell’umidità è di risalita, questa pittura non può fare niente in merito (esperienza personale). Dovresti bloccare la risalita con altri metodi (ce ne sono anche qui nel sito: https://edilbrico.wordpress.com/2011/12/02/come-eliminare-umidita-di-risalita-dei-muri-definitivamente/ ).

  6. lucia / mar 8 2014 12:58

    Buongiorno, per l’umidità di risalita di casa mia mi è stato consigliato il cappotto termico. tuttavia mi piacerebbe utilizzare la vostra pittura sia per l’interno che per l’esterno. in questo caso quali prodotti devo utilizzare qual’è la procedura più corretta? indicativamente potete dirmi anche il costo per un appartamento di circa 90 metri quadri e un’altezza parete di 3 metri? Grazie Lucia

  7. lucio fazzin / mar 4 2014 11:56

    vorrei sapere se applicando più tipi di pitture assieme, vari strati come kalorfix+ nansulete, pittura nanotecnologica+ athriatermica. se si in che misura si ha una somma dei vantaggi ? grazie . lucio

  8. Andrea / feb 19 2014 13:19

    Buongiorno,
    dovrei dipingere per la prima volta i muri e soffitti di una cantina-casa con solo la parete Sud completamente fuori terra e parzialmente lato Est ed Ovest, quantunque ben isolata problematiche di umidità potranno esserci nel tempo.

    Ora avendo utilizzato della calce naturale come legante per i muri in pietra intonacati, volevo utilizzare della pittura a base sempre di calce naturale.

    Domanda : procedendo con 2 mani di fissativo KALORFIX su muro grezzo, potrei poi utilizzare miscelando (e in che dosi) la pittura a calce con TERMICA MIX termoisolante per completare il ciclo di tinteggiatura ?

    Grazie per la risposta ….

    Andrea

  9. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / feb 11 2014 10:37

    @Valentina
    Il problema da te descritto è piuttosto inusuale. Ti consiglio semplicemente di fare una passata sulle macchie di muffa KO e attendere.
    Anche su un muro rivestito con prodotti termici, si può formare della muffa per scarsa aerazione o magari per delle spore che erano rimaste nell’aria.
    Ovviamente puoi verificare l’efficacia di quanto hai fatto toccando il muro adesso che, rispetto a prima, è decisamente meno freddo. Per ulteriori dettagli contattaci allo 0243114183.

  10. Anonimo / feb 11 2014 05:28

    buon giorno io ho un problema di condensa e tanta muffa (non esiste il cappotto) con questo tipo di vernice risolverei il problema e quanto costa?

  11. Valentina Cammelli / feb 9 2014 21:17

    Salve ho acquisto ed utilizzato per la camera da letto Muffa ko + Kalorfix + Atriathermica. A distanza di meno di un mese dal trattamento si vedono sul soffitto delle macchie nere di muffa che però, al tatto non si smuovono come invece accade solitamente con la muffa. E’ come se fossero “intrappolate” sotto il trattamento ma ho un pò paura che sia tutto come prima. Per tutti e tre i trattamenti ho dato due mani, dei primi due prodotti a pennello, mentre Atrithermica con il rullo. Mi viene il dubbio che siano le macchie nere di muffa che c’erano prima del trattamento che sono rimaste sotto, come a macchiare indelebilmente la parete. Cosa mi consigliate? Grazie.

  12. monica / feb 5 2014 21:44

    Salve, abito a bologna in una palazzina nuova, con cappotto esterno… e ho un
    problema di condensa sopra il battiscopa e relative macchie gialline di umidità
    sul muro, esposto a nord. Inutile dire che al tatto le pareti sono molto fredde
    e rischia di formarsi anche della muffa nel mobile adiacente.
    Ho visto il vostro prodotto su internet, che credo faccia
    al caso mio, che ne pensate? Ci sono dei rivenditori nella mia zona? Devo
    diluirlo e dare più mani? Se poi riposiziono l’armadio, il prodotto perde efficacia essendo il muro coperto dal mobile?
    Grazie mille in anticipo, cordiali saluti.
    Monica da BO

  13. valerio / gen 30 2014 17:40

    vorrei sapere se è possibile trattare muri esterni già verniciati da circa 4 mesi con eventualmente un prodotto trasparente , cosi da far rimanere invariato l’attuale colore della casa. grazie

  14. Marcello / gen 22 2014 22:29

    Salve, volevo avere info.
    Devo necessariamente fare questo: togliere vernice precedente (come… scartavetrare?), passare Kalorfix, passare AriaTermica…. Oppure basta passare Ariatermica.
    Parliamo di una stanza ahimé esposta a nord.. sempre più’ fredda delle altre.
    Posso passare Kalorfix su una normale vernice in normali condizioni (tranne muffa negli angoli) o devo per forza scartavetrare?

  15. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 22 2014 09:31

    @Silvie
    L’ideale è pitturare l’intera stanza per avere un isolamento più alto ed omogeneo. Se questo non è possibile è sufficiente imbiancare la parete fredda e rispettivi angoli, allargandosi di un metro ai fianchi interni (per evitare sorpresa di muffa nelle pareti interne).

  16. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 22 2014 09:29

    @Paolo
    Le pitture termiche non perdono prestazioni a distanza di anni, o perlomeno mantengono il livello di isolamento a lungo. Non abbiamo statistiche a distanza di 10 anni,ma sicuramente il lavoro dura a lungo (a casa mia dopo 5 anni è tutto immutato!).
    In caso di riverniciatura basta una sola mano di pittura termica solo per dare la ripulita. Non serve ripassare kalorfix.
    Esiste Atriathermika per esterni che possiamo colorare del colore della tua facciata dalla mazzetta RAL o NCS.

  17. Paolo / gen 10 2014 12:12

    Buongiorno,
    volevo fare qualche domanda. Mettiamo che nelle pareti interne applico due mani di KALORFIX isolante termico e due mani di ATRIATERMIKA. In condizioni normali dopo quanti anni devo rinverniciare? E devo ridare due mani di KALORFIX e due di ATRIATERMIKA tutte le volte?

    Per quanto riguarda le pareti esterne esiste ATRIATERMIKA di colore opaco oppure occorre scegliere il colore della facciata?

    Grazie

  18. sylvie monti / gen 9 2014 17:06

    salve, vorrei sapere se avendo la condensa sulle pareti esposte a nord e intorno alle relative finestre sia necessario
    pitturare tutta la stanza oppure solo la parete interessata, essendo casa molto grande.
    grazie

  19. Centrifuga / dic 4 2013 09:59

    Questa pittura è traspirante come le pitture tradizionali? Con muri bagnati è ugualmente applicabile?
    Grazie
    Sara

  20. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 29 2013 13:12

    @Renato
    Essendo la pittura termoceramica una membrana riflettente del calore, se ricopri la pittura con una tradizionale riduci drasticamente il potere isolante. Quindi è assolutamente sconsigliato ricoprire questo prodotto con una normale pittura…sopratutto immediatamente dopo che l’hai applicata.
    Però possiamo fornire la pittura termica già colorata scegliendo il colore dalle cartelle NCS e RAL di facile reperibilità in qualsiasi colorificio.

  21. Renato / nov 29 2013 10:50

    Per quanto riguarda il colore, vorrei sapere se è possibile stendere atriathermika per interni di colore bianco e successivamente dare due mani di una normale idropittura colorata senza perdere le qualità termoisolanti di atriathermika.
    In alternativa, vorrei sapere se potete fornire atriathermika già colorata sulla base del codice della lettura del colore fatta col tintometro.
    Grazie

  22. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 22 2013 13:12

    @Cristiano
    Il problema umidità di risalita non si risolve con pitture, in quanto si tratta di una spinta dal terreno che sgretola l’intonaco.
    Per questa situazione consigliamo lo stucco antiumidità OPERLITE che blocca qualsiasi affioramento di salnitro e una volta applicato può essere verniciato con prodotti termici per la massima resa.
    Ti consiglio di leggere questo articolo che spiega come risolvere il problema:
    https://edilbrico.wordpress.com/2011/12/02/come-eliminare-umidita-di-risalita-dei-muri-definitivamente/

  23. cristiano / nov 22 2013 13:01

    salve.volevo sapere se il prodotto,o la combinazione dei 3 prodotti, era utile anche contro l’unidità di risalita.grazie.

  24. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 15 2013 09:23

    @fabio m
    Il problema delle pitture antimuffa è che oltre ad avere un po’ di solvente all’interno che fa “pulito” , non hanno proprietà reali antimuffa.
    Quindi il muro freddo rimane freddo anche dopo 100 passate di antimuffa.
    Infatti noi non consigliamo MAI prodotti antimuffa ma anticondensa che risolvono il problema all’origine SEMPRE!
    Dovresti disinfettare con un prodotto attivo (no candegggina) , applicare 2 passate di kalorfix ed infine usare ATRIATHERMIKA su tutta la stanza.
    E’ un’operazione risolutiva al 100% e non dovrai imbiancare ogni anno.

  25. FABIO M / nov 12 2013 15:36

    SALVE HO UNA PARETE ESTERNA LATO NORD – NORD EST rivestita a mattoncini a faccia vista le pareti interne le ho pitturate con ben tre mani di vernice antimuffa oltre al trattamento sanificante …….dopo meno di 2 anni sono alle solite quale soluzione adottare? sia interna e eventualmente anche esterna se ve ne fossero grazie

  26. pino / ott 26 2013 15:05

    vorrei isolare il mio appartamento che è situato sopra un porticato condominiale, avrei necessità di effettuare un isolamento termico del solaio, avevo pensato alla realizzazione di un cappotto termico con l’utilizzo di pannelli in polistirene poi ho letto dei vostri prodotti; la superficie da trattare è di circa 110mq ma sono indeciso nella scelta dei prodotti utili allo scopo. Cosa mi consigliate, quali prodotti utilizzare? e rispetto al cappotto termico quali risultati potrei avere, migliori o peggiori? a che costi? Data l’urgenza dei lavori e l’avvicinarsi della cattiva stagione resto in attesa di celere risposte grazie in anticipo

  27. Nicolò / ott 25 2013 20:07

    Muffa in casa e in bagno desidero informazioni sulla pittura e il costo vorrei sapere il prezzo di quella interna e esterna

  28. Sebastiano Tringali / ott 20 2013 11:51

    @paolo
    La pittura nasce per essere applicata su pareti. Certamente si può anche pensare di applicarla su altre superfici come legno e ferro e sicuramente si otterrà un recupero termico.

  29. Sebastiano Tringali / ott 20 2013 11:49

    @fabrizio
    Il nostro consiglio, sia dal punto di vista pratico ed economico è usare il ciclo termoisolante con fissativo e pittura termica.
    Non necessita di uno specialista e assicura degli ottimi risultati in fatto di recupero energetico e quindi risoluzione del problema condensa e muffa.
    Lo stucco termoisolante rimane un rimedio estremo, difficile da applicare e costoso.

  30. Fabrizio / ott 14 2013 08:53

    Salve,
    causa formazione di condensa e muffa sui freddi muri perimetrali del mio appartamento durante l’inverno, avrei necessità di isolare gli stessi una volta per tutte; la superficie murale da trattare è di circa 55-60mq ma sono indeciso nella scelta dei prodotti utili allo scopo.
    Da una parte voi suggerite la combinazione muffa ok + calorfix + atria thermika, dall’altra aguaplast anti-condensa spessore minimo 5mm, (arriverei anche ad oltre 1cm pur di risolvere), tuttavia a me interessa sapere quale soluzione offre la resa migliore e gli eventuali costi da sostenere per l’acquisto del materiale.
    Grazie.

  31. Paolo Del Grosso / ott 12 2013 19:35

    Salve, ho una veranda di ferro senza taglio termico ma con vetrocamera. Se la temperatura esterna scende sotto i 10 gradi, si forma abbondante condensa non sui vetri ma sui telai in ferro. La pittura atriathermika può essere applicata anche serramenti in ferro (anche con umidità ridotta)? Garantisce che questo non faccia da ponte termico e non riporti la temperatura esterna nella parte interna? Grazie

  32. Giorgio / set 19 2013 10:01

    buongiorno,
    devo riverniciare ua parete rovinata da muffa, e ho visto I vs. prodotti, da usare, MUFFA KO prima e la combinata Kalorfix + ATRIATHERMIKA poi. la mia domanda è, dovendo anche ripristinare delle irregolarità con stucco da rasatura, quando lo devo applicare? e quale stucco è meglio usare?
    inoltre usando la pittura ATRIATHERMIKA colorata e possiblile creare ugualmente un effetto velato con guanto spugna?
    Grazie.

  33. tiziana / set 14 2013 18:01

    Salve vorrei sapere se i vostri prodotti risolvono anche i problemi relativi all’ umidità di risalita, vivo in un appartamento sito mezzo metro sotto il piano terra e nel caso se in maniera definitiva o temporanea.
    Grazie Tiziana

  34. Sebastiano Tringali / set 2 2013 19:21

    Anonimo Dice:
    30 agosto 2013 alle 14:54
    Ho lasciato 2 commenti il. 16 e il 17 di agosto 2013 ma non ho avuto risposta!!!! Sono gloria , aspetto al piu’ presto! Grazie.
    ********************************************
    Mi dispiace,Gloria, ma siamo stati chiusi per ferie tutto il mese di Agosto ed abbiamo riaperto proprio oggi 2 Settembre.

  35. Anonimo / ago 30 2013 14:54

    Ho lasciato2 commenti il. 16 e il 17 di agosto 2013 ma non ho avuto risposta!!!! Sono gloria , aspetto al piu’ presto! Grazie

  36. Gloria Carbone / ago 17 2013 10:57

    Sono sempre gloria , vi ho lasciato un commento il 15 agosto 2013 , aspetto al piu’ presto la vostra risposta! Perche’ la prima settimana di settembre dovremmo pitturare!! Vi chiedo se e’ possibile avere la risp tramite messaggio privato su facebook?

  37. Anonimo / ago 16 2013 14:38

    Sono gloria, viviamo in una appartamento a 2 livelli ,piano interrato e’ sotto 50 cetimetri a livello strada e ci sono 2 camere e 1 bagno e c’e’ sempre stata la muffa specialmente nei muri perimetrali e sempre da novembre a marzo, mio marito ha fatto il cappotto nei muri perimetrali e tutti i bordi di finstre e portafinestra , masi formava la muffa lo stesso, allora lavato la muffa con prodotto apposta della mappei il pluss e raschiato bene togliendo tutte le spore ha passato 2 mani di pittura antimuffa mappei , gli avrebbero detto che avrebbe risolto definitivamente, risultato la muffa si riforma lostesso non come prima , meno ma non ho risolto il problema, prima forma l’aqua di codensa, angoli tra pareti e soffitti e angoli e bordi finestra , e poi si riforma la muffetta, noi teniamo le finestre aperte piu’ possibile, mio marito praticamente ogni 15 o 20 giorni ripete tutto lavaggio,e ripittura di nuovo tutto sempre con pittura antimuffa, e anche imobili devo stare sempre a pulirli se no l’odore della muffa ci asfisia . E al piano di sopra anche li nel muro perimetrale ha fatto un cappotto spess 4 cent ,anche qui trattato conpittura antumuffa mappei , sarebbe la sala risultato!!! Si e’ formata lo stesso sia in acuni punti del cappotto ma specialmente in alto tra il muro e il soffitto, anzi non avedo sfogo quest’anno mi ha riempito il soffitto molto di piu’ , anche li abbiamo fatto lavaggio antimuffa e ripitturato spostando lunica cosa che abbiamo il divano sempre con pittura antimuffa mappei, il tutto ogni 15 giorni . SIAMO DISPERATI !!!!!!!! Vorrei sapere se’ con il vostro atriathermika riusciamo a risolvere il problema????? Spero !!! Noi verremmo subito a pioltello a comprare la pittura!!! Spero in una risp.

  38. Bart / lug 3 2013 14:49

    @Sebastiano
    chiedo scusa per il commento precedente in quanto ho dimenticato di mettere il nome.
    A presto e buon lavoro

  39. Anonimo / lug 3 2013 14:25

    @Sebastiano
    Grazie per il consiglio; utilizzerò senz’altro il pennello per il Kalorfix e la pistola a spruzzo per la pittura a base ceramica, avendo attenzione a regolare bene l’ugello; eventualmente potrei eseguire anche una terza mano.

  40. Sebastiano Tringali / lug 3 2013 08:51

    @Bart
    Puoi usare Atriathermika a spruzzo….il Kalorfix che è più liquido userei il classico pennello, per essere sicuri di aver steso la giusta quantità e spessore.
    Ricorda che anche a spray i consumi devono essere identici a quelli con rullo. Una latta da 13 lt di atriathermika deve comunque coprire 45-50mq. Il rischio con lo spray è fare due passate leggere e vedere coperto e accontentarsi così. A quel punto il materiale non avrebbe lo spessore adeguato per isolare!!!

  41. Bart / lug 3 2013 08:48

    Buongiorno, vorrei sapere se è possibile applicare con pistola a spruzzo (tipo Black&deker HVLP 400 o Bosch PFS 105) sia il fissativo Kalorfix che l’idropittura a base ceramica atriathermika, o se eventualmente i prodotti non sono indicati per tale utilizzo a causa della loro composizione chimicofisica che possa danneggiare l’apparecchio.

  42. Gabriele / giu 10 2013 14:40

    Nel 2010 ho realizzato un intonaco a cappotto sulle pareti della mia casa in provincia di Lecce. Ho bisogno di isolare, in particolare contro il caldo, il tetto. Trattasi di un tetto piano di 160 mq. ricoperto con lastre di pietra calcarea. E’ applicabile su tale supporto la vostra guaina termoisolante? Quale fissativo applicare? Resa del prodotto? A lavoro finito il tetto è calpestabile? I vostri prodotti beneficiano delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico?

    Grazie

  43. Sebastiano Tringali / apr 23 2013 19:40

    A Simona, Camcam, e Michele Verri che chiedono il listino prezzi delle pitture antimuffa per email.

    Il listino prezzi è già esposto sul nostro sito online, dove si può anche comprare. Il sito è:
    http://colorificio-online.it/

    Altrimenti è sufficiente fare un click sull’immagine della pittura per essere trasportato sul listino e sulle condizioni di vendita.

  44. simona / apr 21 2013 22:25

    Salve vorreste gentilmente mandami via mail il listino prezzi per il trattamento antimuffa ed eventuale tinta? Grazie.

  45. camcam / apr 17 2013 14:44

    Salve potreste mandare anche a me, per mail, il listino prezzi riguardo la pittura anti muffa, l’isolante e lo stucco grazie!

  46. Michele verri / mar 22 2013 08:44

    Salve potreste mandarmi per mail il listino prezzi riguardo la pittura anti muffa grazie!

  47. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 18 2013 17:33

    @Fulvio
    Vado a rispondere le tue domande :
    1) E’ meglio pitturare l’intera stanza perchè così uniformi la temperatura e hai un reale risparmio energetico, causato dai minori sprechi di calore sulle pareti non trattate
    2) Un domani dovresti utilizzare un prodotto con la stessa tecnologia per non coprire l’effetto riflettente che ha la pittura termica. Ricoprendo con una tempera classica riduci drasticamente l’isolamento termico attuale (e futuro)

  48. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 18 2013 17:31

    @Maurizio
    Come abbiamo già parlato per telefono, questa pittura è perfetta per isolare muri e pareti in cemento senza applicare rivestimento a cappotto. Abbinato col suo fissativo Kalorifix, l’isolamento aumenta ulteriormente!

  49. MAURIZIO / gen 18 2013 09:53

    Buongiorno !! Vorrei sapere se applicando la pittura ADRIATERMICA per esterni su una soletta di cemento armato in quanto abito ad un primo piano piloti di un fabbricato del1995, avrei beneficio? e l’isolamento ottenuto sarebbe al pari di pannelli in polistirene?

  50. Anonimo / gen 17 2013 18:35

    Ciao Sebastiano, scusami se ti chiedo una ulteriore informazione alle precedenti già chieste, ma a breve farò una ristrutturazione e vorrei fare le cose nel miglior modo possibile, visto che in passato qualche errore di valutazione l’ho commesso. vengo al dunque: per rasare tutte le pareti di un appartamento di circa 60 mq. col lo stucco termoisolante acuaplast ed arrivare ai famosi 5 mm che la ditta raccomanda per avere un buon risultato in termine di isolamento e di efficacia contro le condenze, più o meno di quanti kg. di stucco avrei bisogno? perchè non so che resa può avere il prodotto considerando che comunque sia, almeno dovrò dare 2 rasate una prima rasata ed una seconda a finire, poi userò sicuramente pittura termoisolante atriatermica il mio scopo e di non avere nemmeno l’ombra della muffa in casa, visto che in passato per un immobile isolato male ne ho passate di tutti i colori…. come si dice, sbagliare e umano….. ma perseverare è diabolico……. Grazie!!

  51. Fulvio / gen 13 2013 19:55

    Buonasera, compreso il trattamento antimuffa Sanifix (o Muffa ko, anche se forse conviene di più il primo xè lo diluisci in acqua mentre il secondo 4mq/L) + Kalorfix + Atriatermka, vorrei sapere 2 cose:
    – la prima è se è meglio pitturare tutta la stanza o solo la parete fredda;
    – la seconda è che tipo di pittura si può usare un domani (dopo aver effettuato il trattamento sopra indicato) per sistemare piccoli segni sul muro che possono verificarsi (per esempio causati dal manico della scopa che cadendo raschia sul muro)
    Grazie in anticipo per la risposta.
    Fulvio

  52. Sebastiano Tringali / gen 13 2013 18:25

    @ Carmine,
    Certamente con 1 cm di spessore di stucco Anticondenza Aguaplast risolvi ogni problema di formazione di umidità di condensa. Trattandosi di interni di un appartamento, puoi ottenere lo stesso risultato con 2/3 passate di Pittura Termoisolante AtriaThermica, risparmiando in fatica e in lavorazione ed in facilità di applicazione, oltre ad un risparmio in soldini. Ciao.

  53. Carmine / gen 13 2013 11:07

    Ciao Sebastiano, volevo sapere se rasando completamente tutte le pareti di un apparttamento di circa 60 mq. con 1 cm. di stucco anticondenza acuaplast risolvo definitivamente la cristallizzazione della condenza sulle pareti nelle zone con i muri + freddi e se il risultato termoisolante si può considerare soddisfacente Grazie.

  54. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 11 2013 09:54

    @antonio

    Visita il nostro sito http://www.colorificio-online.it o contattaci allo 0243114183

  55. antonio / gen 11 2013 09:53

    dove posso acquistarla

  56. Sebastiano Tringali / gen 8 2013 16:27

    Carmine Dice:
    7 gennaio 2013 alle 16:12
    Salve, volevo sapere quale è la reale differenza tecnica tra la pittura atriatermika termoisolante e la pittura termovital o termoplus da interno termoisolante, visto che la differenza di prezzo è notevole e che comunque sono due termopitture, che hanno lo stesso principio delle sfere ceramiche.
    **********************************************************************

    La differenza principale è che si tratta di pitture italiane contro pitture tedesche, e questo influisce sul prezzo. Inoltre le pitture tedesche vengono date come anti-allergiche mentre l’AtriaTermica è ecologica. Differenze sostanziali non ce ne sono. Ciao.

  57. Sebastiano Tringali / gen 8 2013 16:10

    Carmine Dice:
    1 gennaio 2013 alle 16:30
    salve, ho letto molti dei commenti sulla vostra pittura, volevo sapere però come si chiama lo stucco termico che si può adoperare per rasare le pareti e soprattutto se nella sua composizione è sempre previsto l’utilizzo delle microsfere di ceramica. di quanti mm di stucco è necessario per avere una buona coibentazione sulle pareti, ed ultima domanda se nelle vostre pitture termiche da esterno e previsto il colore neutro trasparente, certo di una vostra rapida risposta saluto cordialmente Carmine.
    ************************************************
    @ Carmine,
    Lo stucco si chiama AGUAPLAST Anticondensa, è in sacchi da 9 kg, con microsfere di vetro. E’ necessario applicare uno spessore di almeno 5 mm. Le pitture termiche sono bianche e si possono colorare. , non ci sono pitture trasparenti. Ciao.

  58. Sebastiano Tringali / gen 8 2013 12:44

    Ciao Sebastiano, volevo chiederti un consiglio: ho le due camere da letto esposte a nord e sono comparse delle macchie (non ancora nere) sulle pareti e sul tetto (abito a primo piano che è il piano più alto di un condominio) da circa un anno, nonostante mia moglie apre le finestre tutte le mattine. Poichè ho bambini piccoli, come posso eliminare la muffa o condensa che sia e magari quando viene il bel tempo eliminare definitivamente il problema?
    Abito in provincia di Vicenza quindi freddino in questo periodo. Grazie.
    *************************************************************************

    @ Daniele,
    Il discorso è sempre lo stesso: pareti esposti a nord, quindi pareti fredde, formazione di condensa e successiva formazione di muffa. Una volta iniziato il problema della muffa continua ad espandersi sempre più. La soluzione è sempre quella:
    Un ciclo completo dei nostri prodotti termoisolanti, in questa sequenza:
    MUFFAKO direttamente sopra la muffa.
    KALORFIX isolante termico su tutta la parete esposta a nord.
    ATRIATERMIKA o THeRMOPLUS a finire per tutta la stanza per avere una temperatura uniforme in tutta la stanza. Volendo risparmiare qualche soldino si ci può limitare a fare soltanto le pareti fredde.

    Rimandare il problema in primavera vuol dire lasciar proliferare la muffa indisturbata per altri mesi. Questi prodotti sono applicabili con almeno 5° di temperatura interna, credo abbastanza rispetto ai 20° che ci sono in casa anche d’inverno. Comunque la decisione è tua. Ciao.

  59. Daniele / gen 8 2013 11:20

    Ciao Sebastiano, volevo chiederti un consiglio: ho le due camere da letto esposte a nord e sono comparse delle macchie (non ancora nere) sulle pareti e sul tetto (abito a primo piano che è il piano più alto di un condominio) da circa un anno, nonostante mia moglie apre le finestre tutte le mattine. Poichè ho bambini piccoli, come posso eliminare la muffa o condensa che sia e magari quando viene il bel tempo eliminare definitivamente il problema?
    Abito in provincia di Vicenza quindi freddino in questo periodo.
    Grazie

  60. Carmine / gen 7 2013 16:12

    Salve, volevo sapere quale è la reale differenza tecnica tra la pittura atriatermika termoisolante e la pittura termovital o termoplus da interno termoisolante, visto che la differenza di prezzo è notevole e che comunque sono due termopitture, che hanno lo stesso principio delle sfere ceramiche.

  61. Carmine / gen 1 2013 16:30

    salve, ho letto molti dei commenti sulla vostra pittura, volevo sapere però come si chiama lo stucco termico che si può adoperare per rasare le pareti e soprattutto se nella sua composizione è sempre previsto l’utilizzo delle microsfere di ceramica. di quanti mm di stucco è necessario per avere una buona coibentazione sulle pareti, ed ultima domanda se nelle vostre pitture termiche da esterno e previsto il colore neutro trasparente, certo di una vostra rapida risposta saluto cordialmente Carmine.

  62. Sebastiano Tringali / dic 16 2012 14:53

    @ Antonio,

    Questi prodotti termoisolanti fanno quello che dicono. Si possono usare sia all’interno che all’esterno, secondo le possibilità. E’ conveniente tinteggiare tutta la parete interna rivolta all’esterno per eliminare radicalmente i ponti termici. Se si tratta di un pilastro devi tinteggiarlo tutto. Sono sufficienti almeno due passate di pittura termoisolante. La muffa puoi trattarla direttamente con due passate di MUFFA KO prima della pittura. In caso di angoli dovresti applicare i prodotti anche almeno oltre 50 cm da dove finisce la muffa. Se vuoi ottenere una temperatura interna uniforme puoi tinteggiare tutte le pareti ed il plafone con la pittura Termoisolante. Comunque puoi fare tranquillamente il lavoro dall’interno senza chiedere permessi a nessuno. Logicamente bisogna usare le pitture per interno o quelle per esterno secondo il lavoro che devi fare. Ciao.

  63. Antonio / dic 15 2012 19:47

    ciao mi chiamo antonio, ho un appartamento del 2008 al terzo piano costruito con tutte le direttive per quanto riguarda isolamento termico e acustico ,ma mi sono accorto che in inverno ,in un angolo alto del bagno ,in corrispondenza di una parete esterna, si formano puntualmente della muffa e un leggero velo di umidità. e in camera da letto sulla parete esterna ( dietro un armadio) lo stesso.. dato che la parete esterna e rivestita di mattoni da rivestimento , il vostro prodotto posso darlo internamente? e solo sulle parete da esterno?, la stessa cosa nell’appartamento sotto a me..ha condensa e muffe sulle pareti che corrispondono quelle esterne..dopo una perizia fatta da tecnici e ingegneri ci siamo accorti che i pilastri in cemento armato sono state coibentate male ….se usiamo il vostro prodotto si risolve il problema? darlo interno o esterno???? i muri esterni in questo appartamento so intonacati…..
    grazie .spero di essermi spiegato bene..

  64. Sebastiano Tringali / dic 10 2012 20:10

    Anonimo Dice:
    29 novembre 2012 alle 10:34 modifica
    salve, volevo un’informazione,casa anni 50 ristrutturata,piano terra,ho un bagno con parete a nord,soffitto abbassato con cartongesso ma negli spigoli si forma sempre la muffa,è stato verniciato di recente solo con un traspirante,cosa potrei fare per risolvere il problema?
    ****************************************

    @ Anonimo,
    Scusa il ritardo.
    Dare due passate di pittura Termoisolante AtriTermika, logicamente dopo aver disinfettato la muffa con un disinfettante antimuffa. Ciao, Sebastiano.

  65. Sebastiano Tringali / dic 10 2012 20:06

    Luigi Dice:
    2 dicembre 2012 alle 20:52 modifica
    salve sono Luigi da ostia lido Roma ho un appartamento di 65 mq.c ‘è la faccio con una latta di 12 litri ?ma su questa pittura c ‘ è la garanzia? grazie Luigi.
    *******************************************************************

    Scusa il ritardo Luigi, mi è sfuggita la tua domanda. Provo a risponderti adesso:
    La pittura AtriaTermika di 13 litri copre circa 8 mq. a litro con una passata. Calcola che bisogna fare necessariamente almeno due passate, quindi con 13 litri puoi coprire circa 50 mq. Parliamo di superfici murali. Quando tu parli di un appartamento di 65 mq sicuramente ti riferisci alla superficie del pavimento, ma in realtà avrai due stanze, con cucina, bagno ed entrata. In questo caso hai bisogno di almeno due scatole.

    Riguardo la garanzia cosa intendi? Nell’articolo è specificato tutto il procedimento di applicazione, che è abbastanza semplice. Le pitture termoisolanti esistono da almeno 40 anni, ed erano a microsfere di vetro. Avevano un isolamento termico minore, ma funzionavano egregiamente anche quelle. Queste moderne sono un’evoluzione delle prime pitture, ed usano le microsfere di ceramica che garantiscono un isolamento termico più alto, e quindi impediscono il formarsi della condensa, che è la causa reale della muffa.

    Non ci sono garanzie scritte da parte del costruttore, la migliore garanzia è fare una prova. Posso suggerirti di provare una lattina di 5 litri di pittura Termica e fare due passate su una parete fredda e poi vedi i risultati. Io personalmente uso queste pitture da oltre 30 anni, e funzionano. Isolano dal freddo in inverno e dal caldo in estate. Ciao, Sebastiano.

  66. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / dic 10 2012 10:17

    @Anonimo
    vorrei sapere se i vostri prodotti si possono miscelare, ad esempio se io compro un colore pastello, ma mi risulta troppo forte, posso miscelarlo con il bianco atriathermika?
    —————————————

    Certamente è possibile farlo senza compromettere le proprietà isolanti della pittura.

  67. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / dic 10 2012 10:17

    @Anna
    Buongiorno, pensavo di utilizzare Kalorfix e ATRIATHERMIKA per la camera di mia figlia in mansarda ma sono indecisa sul colore, posso dare ATRIATHERMIKA bianca ed in un secondo tempo dare una normale pittura colorata sopra? va applicata solo sulle pareti esterne o anche su quelle interne? grazie
    ————————————————-
    Ti sconsiglio di applicare una pittura normale sopra Atriathermika perchè ridurrebbe l’effetto isolante e riflettente.
    Puoi colorare Atriathermika coi nostri coloranti compatibili e ottenere qualsiasi tinta pastello. Si può applicare si all’interno che all’esterno (ovviamente sono due prodotti diversi).

  68. Anna / dic 10 2012 10:12

    Buongiorno, pensavo di utilizzare Kalorfix e ATRIATHERMIKA per la camera di mia figlia in mansarda ma sono indecisa sul colore, posso dare ATRIATHERMIKA bianca ed in un secondo tempo dare una normale pittura colorata sopra? va applicata solo sulle pareti esterne o anche su quelle interne? grazie

  69. Anonimo / dic 4 2012 11:36

    vorrei sapere se i vostri prodotti si possono miscelare, ad esempio se io compro un colore pastello, ma mi risulta troppo forte, posso miscelarlo con il bianco atriathermika?

  70. rocco / dic 2 2012 20:53

    salve a tutti sono domenico dalla provincia di pavia o testato il prodotto a casa mia e vi dico e una favola. la muffa e sparita , e in quanto il risparmio energetico e reale poco ma reale

  71. Luigi / dic 2 2012 20:52

    salve sono Luigi da ostia lido Roma ho un appartamento di 65 mq.c ‘è la faccio con una latta di 12 litri ?ma su questa pittura c ‘ è la garanzia? grazie Luigi

  72. Anonimo / nov 29 2012 10:34

    salave volevo un’informazione,casa anni 50 ristrutturata,piano terra,ho un bagno con parete a nord,soffitto abbassato con cartongesso ma negli spigoli si forma sempre la muffa,è stato verniciato di recente solo con un traspirante,cosa potrei fare per risolvere il problema?

  73. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 26 2012 15:12

    @Alberto
    Mi spiace ma il nostro unico punto vendita è a Pioltello in provincia di Milano. Ci piacerebbe essere capillari in ogni città di Italia ma al momento non è possibile :)
    Ringraziamo per tutte le richieste di contatto da tantissime città d’Italia ma possiamo soltanto spedire tramite corriere i nostri prodotti per chi abita fuori dalla Lombardia.

  74. alberto / nov 26 2012 15:06

    scrivo dalla prov di la spezia vorrei sapere dove posso trovare i vs prodotti (essendo vicino alla prov di massa carrara mi stà bene un indirizzo anche x quella prov)

  75. SANDRO / ott 23 2012 13:48

    Ho necessità di isolare termicamente la zona sottotetto del mio appartamento e quindi cercare di aumentarne la temperatura. Non ho grossi problemi di muffa ma solo di condensa sulle finestre della mansarda, avevo pensato di utilizzare comunque un fondo di KALORFIX. Vorrei sapere che tipo di ATHRIATHERMICA utilizzare (credo di aver capito che c’è l’antimuffa e l’anticondensa?). E’ necessario pitturare anche i muri divisori interni o basta pitturare solo quelli che separano dall’esterno? Inoltre volevo sapere se la pittura per esterni è incolore (trasparente) e quindi applicabile su un qualsiasi muro e se su Kalorfix posso applicare una semilavabile senza perderne l’efficacia. Grazie

  76. Alessandra / set 27 2012 10:17

    Buongiorno! Sono molto incuriosita dal Vs prodotto. Ho bisogno di due informazioni: 1) devo togliere i caloriferi per tinteggiare?; 2) sopra il Vs prodotto, si può tinteggiare con “pittura” colorata ?
    grazie 1000

  77. berta / set 15 2012 12:05

    Buon giorno. Volevo porVi una domanda : abito in una mansarda e ho dovuto togliere il soffitto fatto di perline in legno perchè nei punti in angolo con i muri (quelli a nord), il legno era diventato tutto scuro con l’umidità che scendeva. Senza le perline si vedono le travi del tetto e sopra le stesse si vede il soffitto , sempre del tetto, formato da una greca in metallo. Dopo smontato le perline ho vissuto per alcuni mesi senza per analizzare il problema e mi sono accorto che si forma della condensa sul soffitto di metallo scaricandola poi verso i muri laterali. Quindi essendo in metallo, tutta la condensa viene scaricata verso i muri.
    Quindi chiedo, e’ possibile usare la pittura sulla greca in metallo per incentivare l’isolamento termico e aiutare a diminuire la formazione della condensa?
    Grazie per una gentile risposta.

  78. Luca / set 12 2012 08:33

    Buongiorno, devo eseguire dei lavori di ristrutturazione, sono interessato alla pittura termoisolante atriatermika e mi piacerebbe sapere se è possibile applicarla su nuovi intonaci del tipo antiumido senza particolari problemi o se è necessaria qualche accortezza tecnica per far rendere il prodotto al meglio. Grazie

  79. Sebastiano Tringali / set 8 2012 11:58

    @ Enzo Ceci,
    Purtroppo non posso aiutarti. Non abbiamo l’elenco dei rivenditori. Posso dirti che spediamo in tutta Italia con Corriere espresso con spese di trasporto da 12,00 €. Ciao, Sebastiano.

  80. Sebastiano Tringali / set 8 2012 11:55

    @ Claudio,
    Se usi AtriaTermika per interno non hai bisogno di fare nessun cappotto. Al limite, se vuoi aumentare l’isolamento termico di altri 2-3 gradi puoi dare due passate di Isolante termico Kalorfix prima della pittura Atriatermica. Ciao, Sebastiano.

  81. Enzo Ceci / set 4 2012 15:26

    BUONGIORNO,SONO UN PROFESSIONISTA DEL SETTORE ,MA DAI MIEI FORNITORI NON HO RICEVUTO NESSUNA RISPOSTA RIGUARDO AL VOSTRO PRODOTTO ANTIMUFFA .ABITO A MOLFETTA IN PROVINCIA DI BARI .DOVE POSSO TROVARLO????? GRAZIE.

  82. fabrizio / ago 27 2012 20:32

    sono un imbianchino di pescara…mi chiamo fabrizio se avete bisogno e non si e’ troppo distanti…..!!!!ciaooooo

  83. Claudio / ago 13 2012 20:30

    Quesito:
    Vorrei effettuare un cappotto interno con sughero o polistirene. Desideravo amplificare l’effetto di coibentazione e riduzione delle dispersioni del calore trattando il muro con il vostro prodotto ATRIATHERMIKA. Desideravo sapere se ha un senso e utilità tecnica effettuarlo (oppure è un’eresia chimica). Se ha senso è meglio applicarlo sull’interno del muro perimetrale (quello che presenta umidità) e i pannelli o sopra il nuovo strato di intonaco fatto sui pannelli fissati al muro perimetrale? .
    Grazie.

  84. Anonimo / ago 6 2012 16:52

    ciao a tutti io lo comprato l’anno scorso dal rivenditore a Milano e ne ho comprato sei taniche da 14 litri l’una per una casa di 120 mq in quasi 7 stanze, e vi dico con sincerita che il prodotto appena inserito a una asgiugatura quasi immediata e non maleodora per niente. Da premettere che si puo andare a dormire subito. e poi nel bagno o visto che non mi fa piu la muffa sono super contento del prodotto ho notato che sdi inverno si tiene piu caldo e poi a una bella superficialita come fosse una carta parato ma molto leggere a tutti chi vuole scoprire costa un po di piu pero ne vale la pena ciao a tutti da franco Vieste prov Foggia

  85. Sebastiano Tringali / mag 19 2012 11:47

    @ Luca,

    Scusa per il ritardo, non mi ero accorto della tua email.

    Certamente pitturare la tua mansarda con l’idropittura termoisolante AtriaTermika è la soluzione ideale e facile per isolare termicamente la tua mansarda dal caldo e dal freddo. Devi soltanto fare due passate di pittura diluita al 10% con acqua.

    Per il calcolo del materiale occorrente devi tener conto che con un litro fai circa 8 mq. a passata. Quindi 4 mq. con le due passate necessarie.

    Per calcolare il consumo richiesto non è sufficiente la misura del pavimento, cioè 66 mq. ma devi calcolare il totale dei mq. da pitturare, cioè dei muri e del tetto. Poi dividi per 4 i mq. ottenuti e saprai quanti litri di pittura avrai bisogno. Tieni presente che la pittura viene fornita in confezioni da 13 litri o da 5 litri. Perciò con una da 13 litri potrai pitturare circa 50 mq. di superficie con due passate, mentre con 5 litri puoi fare circa 20 mq.

    Tieni presente che con un muro liscio potresti pitturare qualche mq. in più, mentre con un muro ruvido consumeresti un pò di pittura in più. Sebastiano.

  86. antonio / mag 17 2012 08:55

    sono un potenziale cliente cercavo un rivenditore in provincia di avellino o al massimo nella regione campania grazie.

  87. Luca / mag 7 2012 19:08

    Salve a tutti.
    ho una mansarda che vorrei recuperare. Sostanzialmente è in buone condizioni, non vi sono muffe (giusto delle velature lungo qualche trave del tetto ma non so siano da considerare come muffa); l’unico grande problema è l’isolamento termico. Infatti mio padre, durante la costruzione (anni 80) ha scelto di non mettere nulla perche contrario a lana di vetro o roccia.
    dunque l’estate è un forno, d’inverno l’opposto.

    Ora questa pittura termica mi ha aperto un mondo che non conoscevo;
    La mansarda in questione è di 66mq (fino a 1.50 mt di altezza) divisa in due zone da un muro.
    abito in abruzzo, a 15km dal mare, a 345m sul livello del mare.
    RIPETO NE TETTO NE MURI HANNO ISOLAMENTO TERMICO.
    la casa sarà scaldata da 7 termosifoni (6 lungo mura che danno verso l’esterno).

    la mia prima idea era di rivestire le pareti interne di cartongesso accoppiato a del poilstirolo che avrei “attaccato” alle mura esistenti.
    ora questa pittura mi sembra invece una scelta migliore, sopratutto per la realizzazione.

    puo questa vernice fare al caso mio?
    riuscirà ad isolarmi dall’esterno nonostante la mancanza di isolanti quali lana di vetro o roccia?
    cosa dovrei acquistare e in che quantità all’incirca? (nel caso non vorrei fare un ordine scarso in quantità)

    spero di avere qualche consiglio.
    grazie per l’attenzione
    Luca

  88. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / apr 30 2012 14:46

    salve, io ho biancheggiato lo scorso anno con l’idropittura, ma a distanza di pochi mesi si sta togliendo a pezzetti in una delle pareti interne. vorrei sapere se esiste uno stucco particolare o se può essere utile la pittura isolate (kalorfix) di cui ho letto sul web con un ottimo antimuffa per non incorrere nello stesso problema. Grazie.

    @Vincenzo
    Il ciclo termoisolante composto da disinfettante antimuffa + fissativo kalorfix + pittura termica è la soluzione ideale per il tuo problema.
    Lo stucco è più difficile da applicare oltre che più costoso.

  89. vincenzo gasbarro / apr 22 2012 18:02

    salve, io ho biancheggiato lo scorso anno con l’idropittura, ma a distanza di pochi mesi si sta togliendo a pezzetti in una delle pareti interne. vorrei sapere se esiste uno stucco particolare o se può essere utile la pittura isolate (kalorfix) di cui ho letto sul web con un ottimo antimuffa per non incorrere nello stesso problema. Grazie.

  90. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / feb 21 2012 10:03

    Salve, vivo in appartamento condominiale ed ho un problema di umidità (80% di notte con 20° di T) e muffa di condensa agli angoli delle camere da letto esposte a nord/est; il pavimento è leggermento bagnato all’angolo delle pareti esterne; domanda: la pittura atriatermika per interni può essere la soluzione al mio problema, sia di eliminazione della condensa (anche dal pavimento) che abbassamento del tasso di umidità all’interno della camera(anche questo punto importante visto che ho bambini piccoli)? Oppure conviene imbiancare l’edificio dall’esterno con atriatermika al fine di ottenere il duplice risultato? Per concludere: la pittura all’interno va data solo sulle pareti esterne o su tutte le pareti + il soffitto? Grazie

    ——————————–

    Il tuo è il classico problema che hanno avuto tutti i nostri clienti e che rileggendo più in basso tra i commenti puoi trovare.
    Sicuramente applicando due mani di atriathermika all’interno e all’esterno si ottiene la massima barriera contro l’umidità e la condensa. Qualcuno ha addirittura scelto all’interno di rasare col nuovo stucco anticondensa di aguaplast http://www.colorificio-online.it/prodotto-143196/Stucco-Aguaplast-Termoisolante-Anticondensa-Fonoassorbente-Polvere-9-Kg.aspx fino ad 1cm di spessore per aver il massimo isolamento.
    Gli strumenti a disposizione sono tanti : fissativo termico, pittura anticondensa e stucco termoisolante.
    I prodotti lavorano a spessore quindi più strati si fanno e più gradi si recuperano, oltre che non si “spreca” energia nelle pareti non isolate.
    Per ottenere i migliori risultati ti consiglio di pitturare l’intera stanza compresi soffitti e muri interni, per ottenere il vero RISPARMIO ENERGETICO.

  91. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / feb 21 2012 09:59

    @Federico
    Ciao purtroppo ci arrivano decine di richieste ogni giorno per conoscere se abbiamo rivenditori di zona ma abbiamo già specificato che abbiamo soltanto un unico punto vendita a Milano che gestisce tutta Italia tramite spedizione con corriere. Per info ci puoi chiamare allo 0243114183.

  92. Raffaele / feb 20 2012 19:22

    Salve, vivo in appartamento condominiale ed ho un problema di umidità (80% di notte con 20° di T) e muffa di condensa agli angoli delle camere da letto esposte a nord/est; il pavimento è leggermento bagnato all’angolo delle pareti esterne; domanda: la pittura atriatermika per interni può essere la soluzione al mio problema, sia di eliminazione della condensa (anche dal pavimento) che abbassamento del tasso di umidità all’interno della camera(anche questo punto importante visto che ho bambini piccoli)? Oppure conviene imbiancare l’edificio dall’esterno con atriatermika al fine di ottenere il duplice risultato? Per concludere: la pittura all’interno va data solo sulle pareti esterne o su tutte le pareti + il soffitto? Grazie

  93. Anonimo / feb 19 2012 08:02

    Salve, mi chiamo federico e vorrei sapere dove posso trovare un rivenditore in provincia di Verona.
    Grazie

  94. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / feb 18 2012 16:11

    @Domenico
    Le pitture termiche si applicano come le normali idropitture dopo aver fatto il ciclo di bonifica dalla muffa con prodotti tipo MUFFA KO o SANIFIX.
    Per le informazioni tecniche e i prezzi dei prodotti ti invitiamo a visitare il nostro sito http://www.colorificio-online.it
    Se hai bisogno di un consulto telefonico col nostro tecnico chiamaci allo 0243114183.

  95. DOMENICO / feb 18 2012 16:05

    SULLE PARETI DELLE STANZE DA LETTO SI FORMA UNA MUFFA
    MOLTO VASTA E RESISTENTE A TANTE PITTURE, ADESSO HO SAPUTO DI QUESTE PITTURE TERMICHE. VORREI SAPERE COME VENGONO APPLICATE E QUANDO POTREI SPENDERE PER SANARE
    TRE STANZETTE DA 20 MQ. GRAZIE

  96. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / feb 16 2012 13:24

    vorrei sapere se e’ consigliabile o meno l’utilizzo di questo tipo di vernici sia in interno che in esterno.(naturalmente in interno atriatermika e in esterno Thermoshield )
    applicare queste vernici sia in interno che in esterno e’ possibile? aumenterebbe il potere termoisolante oppure sarebbe controproducente? grazie.
    Stefano

    ——————
    Non ci sono problemi ad applicare due vernici termoisolanti sia all’interno che all’esterno, ANZI, aumenta notevolmente il loro effetto isolante e il risultato finale. Atriathermika esiste da interno e da esterno, thermovital solo interno.

  97. stefano / feb 16 2012 10:19

    vorrei sapere se e’ consigliabile o meno l’utilizzo di questo tipo di vernici sia in interno che in esterno.(naturalmente in interno atriatermika e in esterno Thermoshield )
    applicare queste vernici sia in interno che in esterno e’ possibile? aumenterebbe il potere termoisolante oppure sarebbe controproducente? grazie.
    Stefano

  98. daniele / feb 6 2012 09:30

    volendo applicare la vernice termoisolante nel mio appartamento, il tecnico mi richiede dati di lambda del prodotto allo scopo di redigere il certificato di risparmio energetico e dunque trasmettere alle autorità il modulo con il k di trasmittanza prima e dopo e ottenere lo sgravio fiscale del 55%.
    il tecnico argomenta comunque che il dato dello spessore applicabile della vernice termoisolante è in pratica troppo basso (poniamo che sia 300 micron) e inserendo questo dato nella formula del calcolo energetico, non può uscire un dato apprezzabile. potete aiutarmi a districare il problema?
    grazie
    daniele

  99. Anonimo / gen 25 2012 12:51

    Buongiorno,
    ho un problema di umidità da condensa e da risalita abitando in un vecchio edificio con muri in pietra ed a piano terra. Ho due bambini piccoli, il vostro prodotto è antiallergico? Dove posso trovare rivenditori a Genova?
    Grazie.
    Daniela

  100. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 21 2012 08:39

    @giovanni
    Abbiamo pubblicato tutti i dettagli tecnici su questo articolo, quindi ti consiglio una lettura approfondita per chiarire qualsiasi dubbio e molte domande sono già state poste in precedenza. Magari trovi qualche spunto utile anche tra i commenti.

    Per i prezzi clicca questo link http://www.colorificio-online.it/prodotto-142926/Idropittura-Termoisolante-Anticondensa-ATRIATHERMIKA-Interni-13-LT.aspx

  101. giovanni6759giovanni / gen 19 2012 22:49

    vorrei sapere alcune informazioni sulle pitture termoisolanti ,e quanto costa grazie.

  102. Salvo / dic 22 2011 22:31

    In verità esiste una guida più recente rispetto a quella indicata da Atria http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/4d5ba980426dc22898a09bc065cef0e8/GUIDA+Risparmio_Energ_luglio_2011.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=4d5ba980426dc22898a09bc065cef0e8
    Però, siccome le guide fiscali sono poco chiare, Atria dovrebbe chiedere ai propri commercilaisti di redigere una guida specifica che spieghi, passo passo, come usufruire delle detrazioni se si utilizzano le vernici termoisolanti.

  103. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / dic 21 2011 09:12

    @Salvo
    Il produttore ci ha risposto e pubblicato una nuova guida aggiornata, consultabile qui http://www.atria.it/images/files/GUIDA_AgenziaEntrate.pdf

  104. Salvo / dic 17 2011 17:46

    Buona sera,
    l’art. 4 c. 4 del decreto legge 6 dicembre 2011 n. 201 (c.d. “Salva Italia”) proroga le detrazioni fiscali del 55% per il risparmio energetico sino al 31 dicembre 2012. La guida pubblicata su http://www.kyotoclub.org/docs/guida_risparmio-energetico_nov09.pdf non è molto chiara. Urge un vademecum ad uso di chi vuole utilizzare le pitture termoisolanti. Prego girare questa richiesta alle aziende produttrici. Grazie.

  105. Davide / dic 6 2011 08:43

    Volevo fare una domanda su kalorifx: Io ho camera di mio figlio già tutta pitturata e con i bordi adesivi a metà altezza che delimitano una parte azzurra (sotto) dalla parte bianca (sopra).
    Ho problemi di ponti termici su una parete e sopratutto del fatto che questa parete è congelata. Volevo dare athriatermika sul muro, però sinceramente l’idea di dover poi ridare il colore azzurro e rimettere il bordo che sicuramente non troverei più non mi aggradava molto: secondo voi, posso risolvere almeno perazialmente il problema dando solo kalorfix e lasciando i colori sotto? Non cambiano i colori vero? Il fissativo posso darlo anche sul bordo adesivo o devo per forza levarlo?
    Grazie!

  106. franco / dic 2 2011 14:12

    ciao, volevo un consiglio:
    abito in una casa di nuova costruzione e una camera esposta a nord è molto fredda e fin dalle ore serali sino al mattino si forma una condensa sul pavimento vicino alle pareti e sul battiscopa.
    Sotto al pavimento ci sono dei posti macchina aperti e di conseguenza lo stesso pavimento è molto freddo.
    mi sapreste dire come posso fare per rendere la stanza + calda e evitare il formarsi della fastidiosa e maleodorante condensa? Durante il giorno mia moglie arieggia sovente la stanza e il pavimento si asciuga, ma la sera il problema si ripresenta puntuale.
    Conviene intervenire all’interno della stanza (tinteggiando i muri con vernice termica o altro) nella speranza che il caldo del locale della stanza possa abbattere il ponte termico e evitare la condensa, ovvero sotto il soppalco dei posti macchina (sempre con la stessa tinta per esterni o con altro) su cui si trova il pavimento della stanza?

  107. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 27 2011 11:48

    @Ivan Sicuramente le hai provate tutte , ma non un prodotto termoisolante. Purtroppo una normale idropittura antimuffa, anche di altissimo valore, non risolve il problema del ponte termico che hai sulle pareti esposte all’esterno, quindi la muffa si riforma sistematicamente. Quindi la soluzione passa per una pittura termoisolante tipo atriathermika o il nostro nuovissimo stucco termoisolante Aguaplast http://www.colorificio-online.it/prodotto-143196/Stucco-Termoisolante-Anticondensa-Fonoassorbente-Polvere-9-Kg.aspx

    Con la pittura, applicando in due passate risolvi definitivamente il problema, magari applicandogli un fondo di fissativo termico KALORFIX per amplificare l’isolamento termico. Questi prodotti sono atossici e antiallergici quindi non ci sono problemi per i tuoi bambini. Ovviamente prima di pitturare devi disinfettare la muffa con un prodotto attivo (NO CANDEGGINA) tipo vip Sanifix o MUFFA KO.

    Riguardo lo stucco termico, questo rappresenta una soluzione definitiva ma richiede di saper applicare uno strato di almeno mezzo centimetro di stucco sulle pareti incriminate. Anche in questo caso l’isolamento definitivo e non dovrai pi applicare altri prodotti dopo la stuccatura, se non una normale pittura traspirante ogni volta che vorrai rinnovare la tinta sui muri.

    Il giorno 25/nov/2011, alle ore 17:18,

  108. ivan / nov 25 2011 16:18

    salve! ho un grosso problema di muffa e umidita’ nelle due camere da letto…pulisco con candeggiana ogni settimana …prodotti antimuffa…pitture speciali(forse non come la vostra!!)…ma niente la muffa ricompare in una settimana addirittura a volte avevo funghi sui muri!!! l’edificio del mio appartamento non ha cappotto esterno…e le camere sono esposte a sud-est. pensa possa essere utile utilizzare l’atriathermika ?? eventualmente potete consigliarmi come risolvere il problema?? ho due bimbi che ultimamente soffrono spesso di tosse e mal di gola!!! ringrazio cordialmente per la disponibilita’.

  109. Davide / nov 25 2011 13:40

    Ciao Sebastiano, quest’estate ho pitturato tutta casa con la pittura termica (all’inizio quella con le sfere di vetro, successivamente quella in cermanica) e devo dire che il risultato è ottimo!!! L’appartamento è più caldo, meno umido e devo dire che (per questa cosa non credevo che funzionasse veramente) l’ambiente è più pulito e meno “polveroso”. La stanza dove avevo maggiorni problemi (era molto fredda, umida e c’era tanta muffa) era quella esposta a nord, ora dormiamo molto meglio e la muffa non c’è più.
    La cosa più bella di tutte è toccare il muro interno quando fuori ci sono +2,5° e sentirlo caldo (e con i termosifoni spenti). Fino ad ora accendo i termosifoni per non più di 3 ore al giorno, l’anno scorso li tenevo accesi quasi tutto il giorno. La consiglio a tutti coloro che hanno problemi di umidità e stanze fredde. Spero che duri il più possibile. Grazie per tutti i consigli!!!

  110. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 25 2011 08:37

    @Giuseppe La vernice esiste in due formati, da interno e da esterno con caratteristiche diverse. Può essere applicata da entrambe le parti per il massimo isolamento o solo all’esterno. Visto che il bagno è piastrellato credo sia più utile agire dall’esterno per ottenere i migliori risultati.

  111. giuseppe / nov 25 2011 08:34

    salve, io vorrei applicare una vernice isolante termica nel bagno il quale ha 3 pareti su 4 esposte,quindi d’inverno freddissimo. La vernice è da applicare esternamente o all’interno, considerando anche ovviamente che il bagno è quasi interamente piastrellato? grazie!
    Giuseppe

  112. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 24 2011 14:09

    @Davide Ti ribadisco che le fabbriche vendono questi prodotti garantendo la ricopertura con normale pittura. Da parte nostra ci è sembrato corretto “correggere il tiro” dopo aver sperimentato sul campo che qualche piccola mutazione del film finale è avvenuta. Comunque lo strato di atriathermika rimane. Se chiami Atria ti confermeranno quanto da me scritto.

  113. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 24 2011 14:07

    @Giuseppe E’ un concetto molto tecnico e consideriamo che si parla di micro, anzi nanosfere vista la loro microscopica consistenza. Forse l’immagine di “riempimento” che ci facciamo è diversa da quella che avviene chimicamente. Comunque queste sfere lavorano meglio nella pittura in cui sono state additivate. Per spiegare in maniera semplice un concetto del genere credo ci voglia un chimico preparato in materia :)

  114. giuseppe / nov 24 2011 14:02

    Ciao , non capisco una cosa , come fanno a riempirsi le microsfere cave ? non sono totalmente impermeabili? e poi se fosse così si riempirebbero con la stessa pittura termica !
    ciao e grazie

  115. Davide / nov 24 2011 11:36

    Ok, mi spiace solo di averlo appreso tardi. Ho comprato atriathermika ma ci ho dato anche sopra il colore normale…..avessi saputo prima….

  116. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 24 2011 11:34

    @Davide Hai ragione Davide , ricordo bene e ti spiego come funziona. La pittura termoisolante non degrada col tempo. Il nodo della questione è l’isolamento termico dopo averla sopraverniciata con una pittura normale, come ha appena chiesto Giuseppe. Il nostro test di agosto si riferiva alla durata dell’effetto isolante della pittura e su questo rimane confermato il fatto che rimane col tempo. La differenze che dobbiamo precisare è che ricoprendo il prodotto, lo strato isolante rimane, però si perde in efficienza termica e quindi in risparmio energetico perchè il calore tornerà a disperdersi della pittura traspirante applicata sopra. Da qui spiegato il fatto della perdita di isolamento termico. Questo non significa che si deve passare ogni 2 anni la pittura. Se il muro è pulito si può passare una mano dopo 4-5 anni se lo si ritiene opportuno oppure una passata di kalorfix che protegge e non altera la struttura. Quindi mi scuso se la risposta potrebbe essere equivoca, ma il test a cui mi riferivo nella precedente risposta era relativo alla durata dell’effetto termoisolante.

    Ad ulteriore precisazione, abbiamo girato ai produttori la questione e i pareri dei tecnici e dei chimici sono discordanti. Atria sostiene al 100% che non ci sono cali di efficienza. Secondo noi un po’ cala e lo si nota al tatto in quanto il muro non è più caldo come prima. Stessa cosa , Tecnostuk che produce Kalorfix nella sua brochure e tramite il suo ufficio tecnico conferma che il prodotto si può sopraverniciare senza conseguenze.

    Spero di aver chiarito i vostri dubbi. ciao Sebastiano

  117. Davide / nov 24 2011 11:19

    Poco sotto però avevo fatto questa domanda e mi era stato risposto così:

    Sebastiano Dice:
    25 agosto 2011 alle 10:23
    Davide Dice:
    25 agosto 2011 alle 10:05 modifica
    Buongiorno avrei bisogno di una informazione.
    Ieri mi sono informato su delle pitture termiche (non le vostre) e mi han detto che il potere isolante è limitato nel tempo, che praticamente una volta ogni due anni van ridate. Altra cosa che mi han detto è che per funzionare non posso poi una volta dato il bianco, ricoprirle con un altra vernice di un altro colore….

    Questo è vero anche per le vostre vernici?
    ————————————————————-

    Le nostre pitture termoisolanti non hanno nessun limite di tempo. Quando il muro è trattato con le nostre pitture termoisolanti è come se fosse stato ricoperto con dei fogli di polistirolo (tanto per rendere l’idea). Può essere sovraverniciato senza perdere le sue caratteristiche. Noi stessi abbiamo dei provini eseguiti da oltre ventanni su lamiera, e l’isolamento rimane intatto.
    Quindi non ci sono problemi di tempo. Ciao. Sebastiano.

  118. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 24 2011 11:18

    @Giuseppe Dai nostri test di laboratorio, ricoprire una qualsiasi termoisolante con idropittura tradizionale riduce parzialmente il potere isolante perchè le microsfere cave vengono riempite dalla pittura. Non si butta via il lavoro ma conviene comprare la pittura termica già colorata se possibile.

  119. giuseppe / nov 24 2011 11:14

    Buongiorno , vorrei chiarirmi un dubbio amletico sulla pittura termoisolante, da quello che leggo in rete pitturando sopra la termoisolante con una normale tinta viene vanificato il potere isolante, un venditore specializzato di vernici mi dice che invece si può fare benissimo (il venditore mi ha venduto ahimè la termoisolante bianca più quella normale per adeguare il colore al resto della stanza…) ho l’impressione di essere stato allocco…. grazie per la vostra disponibilità!

  120. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / nov 15 2011 08:27

    @Francesco La procedura da te indicata è corretta. Sconsiglio però di applicare sopra atriathermika una pittura lavabile perchè ne riduce drasticamente il potere isolante, vanificando l’intera operazione. Se hai bisogno di una finitura lavabile applica il THERMOSHIELD che è anticondensa e lavabilissimo.

  121. francesco / nov 14 2011 18:15

    salve
    anch’io ho problemi di muffa e volevo procedere cos’ì
    disinfettare con sanifix vip solo le zone colpite da muffa , poi volevo pitturare con atriathermika.
    va bene?
    poi volevo anche chiedervi se dopo che ho pitturato con atriathermika potevo colorare la parete con un colore lavabile?
    grazie dell’attenzione

  122. @Roberto

    Hai perfettamente inquadrato il problema e la soluzione! Usare però una pittura traspirante antimuffa, per un problema di ponti termici è un vero spreco perchè al primo freddo la muffa si riformerà come prima. Quindi procedi solo con prodotti termoisolanti.

  123. @Bruno :
    Sicuramente il tuo problema è dovuto a ponti termici sulla parete nord non perfettamente isolata.
    La procedura migliore è 1) disinfettare le pareti con muffa, 2) passare 2 mani di fissativo kalorfix, 3) concludere con 2 mani di atriathermika.
    Questo intervento sostituisce e migliore l’applicazione di un cappotto esterno e ha un costo nettamente inferiore.

  124. Roberto / nov 6 2011 10:06

    salve,
    ho della muffa negli angoli alti delle camere e sulla scale.
    premetto che la mia casa è a tre livelli, ed essendo la cucina situata al piano terra, penso che le macchie di muffa siano dovute a condensa (ponti termici).
    Ho pensato leggendo altri commenti di pulire con antimuffa sanivip, e di dare la pittura atriatermika su tutte le pareti e soffitto della camera o forse è sufficiente dare la pittura in questione soltanto nei punti critici.
    Posso eventualmente dare una buona pittura trasparente antimuffa vip insostituzione della termoisolante.

    Ringrazio per i consigli

  125. Bruno / nov 1 2011 18:46

    Vorrei imbiancare la camera da letto (4X4m) con le pareti in cartongesso che ora sono rivestite con carta da parati che devo togliere, ed il soffitto gia dipinto con pittura antimuffa Dibesan qualche anno fa. In inverno sulla parete nord si sente umidità e si formano muffe. Vorrei avere un consiglio su come mi conviene operare e se è necessaria la mano di fondo sia sul soffitto che sulle pareti. Abito a Trieste.
    Grazie

  126. mario / set 21 2011 17:16

    Muffa diffusa sopra zoccolino battiscopa con presenza di polvere bianca.
    Il problema è riscontrato nelle pareti laterali realizzate in adiacenza con altri locali ( altre proprietà ) e nella parete d’ingresso.
    Come posso risolvere il problema?

  127. Davide / ago 25 2011 10:28

    Perfetto, questa è una cosa importante. Chiedo allora consiglio. Camera di mio figlio ha una parete che d’inverno quando fuori fa freddo e in casa è calda si riempie di muffa e gocce d’acqua….

    La parete all’interno è colorata con azzurro effetto pennellato, all’esterno la casa è rosa.
    Volevo capire se mi conviene dare il colore all’interno e rifare poi con l’azzurro l’effetto pennellato oppure darla all’esterno direttamente (se potete darmi voi lo stesso punto di rosa, oppure dando prima il bianco e poi il rosa sopra)

    Altra domanda…le vostre vernici sono coprenti? Se io do il bianco sull’azzurro mi verrà coperto?

  128. Sebastiano / ago 25 2011 10:23

    Davide Dice:
    25 agosto 2011 alle 10:05 modifica
    Buongiorno avrei bisogno di una informazione.
    Ieri mi sono informato su delle pitture termiche (non le vostre) e mi han detto che il potere isolante è limitato nel tempo, che praticamente una volta ogni due anni van ridate. Altra cosa che mi han detto è che per funzionare non posso poi una volta dato il bianco, ricoprirle con un altra vernice di un altro colore….

    Questo è vero anche per le vostre vernici?
    ————————————————————-

    Le nostre pitture termoisolanti non hanno nessun limite di tempo. Quando il muro è trattato con le nostre pitture termoisolanti è come se fosse stato ricoperto con dei fogli di polistirolo (tanto per rendere l’idea). Può essere sovraverniciato senza perdere le sue caratteristiche. Noi stessi abbiamo dei provini eseguiti da oltre ventanni su lamiera, e l’isolamento rimane intatto.
    Quindi non ci sono problemi di tempo. Ciao. Sebastiano.

  129. Sebastiano / ago 25 2011 10:17

    luca Dice:
    24 agosto 2011 alle 13:45 modifica
    vorrei sapere un rivenditore nella zona di pesaro marche
    fatemi sapere al piu presto grazie!

    Rocco Dice:
    23 agosto 2011 alle 12:35 modifica
    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di Bari e il prezzo di listino.
    Grazie
    —————————————————————————

    Ribadisco che i nostri prodotti vengono venduti esclusivamente o nel nostro punto vendita di Pioltello(MI), via Bellini 48, oppure vengono spediti al vostro domicilio con soli € 9.00 di trasporto indipendentemente dalla località e dal peso. Quindi sempre 9 € sia per una latta che per dieci latte, direttamente a casa vostra. Più comodo di così. Ciao. Sebastiano.

  130. Sebastiano / ago 25 2011 10:10

    Anonimo Dice:
    20 agosto 2011 alle 15:37 modifica
    Buonasera. Il mio appartamento è di recente costruzione, circa sette anni. La camerina ha una parete perimetrale. All’inizio notavo un po’ di muffa solo in alto soprattutto negli angoli, ma mettendoci l’armadio questa si è diffusa all’intera parete (e all’armadio). Mi chiedo se il trattamento con la vostra pittura anticondensa sia sufficiente a evitare che si ripeta. Aggiungo che vorrei rimetterci l’armadio (con i dovuti 5/6 cm di distanza). Grazie per la risposta che vorrete fornirmi.
    …………………………………………………………………………………….

    Si, devi logicamente trattare la muffa con il toglimuffa sia sul muro che il retro dell’armadio. Basta dare una passata di Toglimuffa Casati sulla parete interessata e sul retro dell’armadio. Allargati un 50 centimetri oltre il punto dove finisce la muffa. Finisci il lavoro con due passate di pittura Termoisolante AtriaTermika, anche in questo caso allargandoti almeno 50 cm oltre dove finisce la formazione di muffa. Mantieni l’armadio quanto più staccato dal muro che ti è possibile. Ciao. Sebastiano.

  131. Davide / ago 25 2011 10:05

    Buongiorno avrei bisogno di una informazione.
    Ieri mi sono informato su delle pitture termiche (non le vostre) e mi han detto che il potere isolante è limitato nel tempo, che praticamente una volta ogni due anni van ridate. Altra cosa che mi han detto è che per funzionare non posso poi una volta dato il bianco, ricoprirle con un altra vernice di un altro colore….

    Questo è vero anche per le vostre vernici?

  132. Sebastiano / ago 25 2011 09:48

    @ Mol,
    La pittura termoisolnte AtriaTermika è certificata. Proprio in questo articolo in fondo trovi tutte le varie certificazioni con i suoi link. Ciao. Sebastiano.

  133. luca / ago 24 2011 13:45

    vorrei sapere un rivenditore nella zona di pesaro marche
    fatemi sapere al piu presto grazie!

  134. Rocco / ago 23 2011 12:35

    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di Bari e il prezzo di listino.
    Grazie

  135. Anonimo / ago 20 2011 15:37

    Buonasera. Il mio appartamento è di recente costruzione, circa sette anni. La camerina ha una parete perimetrale. All’inizio notavo un po’ di muffa solo in alto soprattutto negli angoli, ma mettendoci l’armadio questa si è diffusa all’intera parete (e all’armadio). Mi chiedo se il trattamento con la vostra pittura anticondensa sia sufficiente a evitare che si ripeta. Aggiungo che vorrei rimetterci l’armadio (con i dovuti 5/6 cm di distanza). Grazie per la risposta che vorrete fornirmi

  136. mol / ago 9 2011 16:48

    Vorrei sapere se la vostra vernice termoisolante è certificata:sto ristrutturando un casa antica che a fine lavori dovrà ottenere la certificazione energetica obbligatoria:ho problemi di spazio dovendo mettere dei pannelli isolanti interni e se questo prodotto è certificato posso pensare di metterlo sia all’interno che all’esterno in modo da farmi ridurre gli spessori degli isolanti interni

  137. Sebastiano / giu 18 2011 14:00

    emanuele Dice:
    18 giugno 2011 alle 08:30 modifica
    buongiorno,
    ho un problema di muffa / condensa vorrei sapere come poterlo risolvere.
    la camera interessata è 4 x 4,5 vorrei sapere i costi dei prodotti in funzioni delle caratteristiche sopra riportate.
    P:S. faccio riferimento ai prodotti SANIFIX e ATRIATHERMIKA.
    Saluti .Emanuele.
    ***********************************************************
    @ Emanuele,
    Per comprare i prodotti basta entrare nel nostro sito dedicato alla vendita online, lo puoi raggiungere cliccando sull’immagine della scatola di pittura, oppure a questo link: http://colorificio-online.it/prodotto-142926/Idropittura-Termoisolante-Anticondensa-ATRIATHERMIKA-Interni-13-LT.aspx .
    Col Sanifix puoi trattare tutta la stanza, perchè è un prodotto concentrato, con Presidio Medico, che si allunga con sei litri di acqua e costa 15.00 €. Mentre una tolla di AtriaTermika di 13 litri costa € 138.00 e si allunga col 10% di acqua. Per la tua stanza probabilmente potrebbe non bastare, perchè devi fare necessariamente almeno due passate per garantire l’effetto dell’isolamento termico. Di solito con una tolla di AtriTermika si riesce a dipingere una stanza media di 4 X 4 compreso il plafone. Comunque tutte le informazioni sulla spedizione li puoi trovare sul nostro sito di vendita online: http://colorificio-online.it .
    Ciao. Sebastiano.

  138. emanuele / giu 18 2011 08:30

    buongiorno,
    ho un problema di muffa / condensa vorrei sapere come poterlo risolvere.
    la camera interessata è 4 x 4,5 vorrei sapere i costi dei prodotti in funzioni delle caratteristiche sopra riportate.
    P:S. faccio riferimento ai prodotti SANIFIX e ATRIATHERMIKA.
    Saluti

    Emanuele

  139. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / mag 30 2011 07:38

    @andrea
    La nostra azienda ha sede a Milano ma spediamo in tutta Italia tramite corriere espresso in 24-48h.

  140. andrea / mag 19 2011 17:47

    Buonasera, volevo sapere dove posso comprare la vostra pittura, io abito in provincia di Reggio Emilia.

    Grazie.

  141. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / mag 10 2011 07:59

    @claudia
    Sicuramente ha proprio bisogno di una pittura anticondensa termoisolante.
    La scelta tra Atriathermika o Thermovital è solo dettata dal prezzo che lei vorrebbe spendere per risolvere il problema. La pittura tedesca Thermovital ha un fattore di isolamento superiore ad Atriathermika, una resa maggiore ed in più è anche lavabile e antiallergica certificata.
    La può applicare senza problemi su muri a gesso, verniciati come una normalissima pittura. L’importante è che adesso elimini prima la muffa con prodotto tipo Sanifix o Vitalprotect (no ipoclorito/candeggina) e poi applichi ALMENO due passate di queste idropitture.
    Così facendo azzererà lo sbalzo termico tra interno ed esterno, che nei mesi freddi le provoca umidità e muffa.
    Di conseguenza avrà dei risparmi sul costo di climatizzazione in estate ed inverno grazie all’isolamento garantito delle microsfere di ceramica.
    La resa di thermovital è 4mq/lt per due passate e di Atriathermika 3mq/lt sempre due passate.

  142. marcheggiani claudia / mag 9 2011 21:59

    abito al primo piano, ho della muffa negli angoli superiori ed inferiori in camera da letto nel salotto e nella sala nelle pareti che danno verso l’esterno e attorno alle finestre, stranamente non in cucina e in bagno.
    soprattutto in una camera mansardata al secondo piano con tetto in legno coibentato, di più dove c’è un cordolo in cemento armato.
    nei mesi piu freddi la mattina trovo anche acqua nei vetri,
    abito in questa casa da 15 anni, il muro è stato rasato inizialmente da un pittore e poi verniciato, poi in questi 15 anni è stato verniciato 2 volte da me,una volta ho provveduto ad eliminare la muffa con ipoclorito di sodio, la seconda con prodotti appositi forniti da un rivenditore di vernici.
    vorrei sapere se atriathermika o thermovital sono adatte al mio scopo, se possono essere usate anche su un muro rasato e poi verniciato considerando che ho una casa molto grande e una stanza a doppia altezza dove in alto è circa 3 gradi di più.
    potrei avere una risposta tramite email?

  143. @suellen

    SI, la pittura termoisolante anticondensa è la soluzione al tuo problema. Questo articolo spiega chiaramente come fare https://edilbrico.wordpress.com/2009/02/09/muffa-sui-muri-come-eliminarla-2/

  144. suellen / mag 5 2011 21:17

    Salve voglio sapere una cosa dove abito quando arriva inverno fa tanto freddo dentro casa perche muro della mia casa sono freddo c’e un umidita perche se sente anche un po di muffa num angolo della camera volglio sapere se piturando con pittura termoisolante risolve mio caso?grazie

  145. Sebastiano / mar 26 2011 21:11

    @ Ivan,

    Il fatto che che hanno rivestito il muro perimetrale con una pittura gommosa(si tratta di una guaina impermeabile), penso che sia dovuto per contenere l’umidità di risalita, poi di conseguenza, d’inverno, quando fuori è freddo ed all’interno è caldo, si crea un ponte termico che crea la condensa, specialmente sulla guaina gommosa che non traspira, e di conseguenza le muffe.

    Direi di non toccare i mattoni faccia a vista all’esterno, e dipingere tutta la casa con la Pittura Termoisolante Anticondensa AtriaTermika. Logicamente dopo aver trattato le muffe col Toglimuffa. Ciao. Sebastiano.

  146. Ivan / mar 26 2011 16:39

    Ciao,essendo un fiero appassionato di Brico e da 2 anni possessore di una villetta ristrutturata negli anni60,non potevo risparmiarmi dal chiedere un tuo preziosissimo consiglio.E’ disposta su piano terra e 1°piano con sottotetto,Vano scala con solaio altissimo,interno,su muro perimetrale,che tra l’altro non capisco perchè fino ad 1 metro d’altezza,l hanno pitturato con pittura tipo gommosa dove d’inverno si creano delle goccioline d’acqua tanto da fare la pozzangherina la delle scale O.O.Faccio senza dirti le condizioni dei muri con muffa nera”penso immagini”,Poi con la scusa che il sottotetto non è isolato è tutto un programma.Veniamo a noi.Dopo aver divorato i consigli su questa magica pittura ed anti muffa.Visto che il muro all’esterno del “vano scala”è rivestito con mattoni a facciavista. Vorrei sapere se la causa delle gocce fossero proprio i mattoni,e se esiste un prodotto da dare con il pennello per fare in modo di inzupparli/isolarli in qualche maniera.Scusa per la moltezza della domanda e grazie ancora.

  147. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / mar 24 2011 12:11

    @samuele
    certo. puoi mandarle a edilbrico@teletu.it

  148. samuele / mar 23 2011 10:26

    buongiorno
    posso inviarvi delle foto per descrivere meglio il mio problema?
    grazie

  149. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / mar 19 2011 14:26

    @Samuele
    buongiorno,
    voglio usare i vostri prodotti per rifare le stanze.
    in camera da letto posizionata a nord ho il problema della muffa in alto in un angolo,e sul perimetro della parete che poi e’ il perimetro della casa.
    stesso problema in cucina e in altra stanza.
    praticamente su tutto il perimetro della casa su muffa o muri neri.
    che prodotti deve usare per eliminare definitivamente il problema?
    posso inviarmi delle foto per capire meglio com’e’ posizoonata la casa.
    grazie
    —————————

    Come tutte le precedenti richieste, anche il tuo caso richiede necessariamente una pittura termoisolante per risolvere il problema, tipo Atriathermika, per isolare i muri esterni perimetrali che sono causa di muffa , condensa ed umidità.
    Prima di procedere con l’imbiancatura bisogna “bonificare ” il fondo con gli specifici prodotti disinfettanti come VIP SANIFIX o TOGLIMUFFA CASATI che trovi in questa sezione del nostro sito : http://www.colorificio-online.it/categorie-1414/Additivi-e-Disinfettanti-Antimuffa.aspx

    Dopodichè basteranno due o più passate di atriathermika per interni sulle pareti incriminate (ovviamente allargandosi anche dove non è freddo per evitare spostamenti dei ponti termici) o meglio ancora della stanza intera con soffitto per risolvere definitivamente il problema e iniziare a beneficiare del risparmio energetico in estate ed in inverno offerto dalla pittura a microsfere ceramiche.

  150. samuele / mar 19 2011 14:20

    buongiorno,
    voglio usare i vostri prodotti per rifare le stanze.
    in camera da letto posizionata a nord ho il problema della muffa in alto in un angolo,e sul perimetro della parete che poi e’ il perimetro della casa.
    stesso problema in cucina e in altra stanza.
    praticamente su tutto il perimetro della casa su muffa o muri neri.
    che prodotti deve usare per eliminare definitivamente il problema?
    posso inviarmi delle foto per capire meglio com’e’ posizoonata la casa.
    grazie

  151. Sebastiano / mar 8 2011 14:55

    walter Dice:
    7 marzo 2011 alle 18:51 modifica
    in termini di transmittanza , applicando un vs. rivestimento termoisolante a spessore di 3 mm su una parete esterna di una casa, vorrei sapere a quanti cm di spessore corrispondono usando un pannello EPS.
    *****************************************

    Non saprei farti questo calcolo. Comunque tutto ciò che si può sapere è stato fornito dal produttore e puoi leggerlo proprio dall’articolo sopra. Ci sono le brochure che puoi scaricare per leggere tutte le informazioni. Per informazioni ancora più particolareggiate puoi rivolgerti direttamente al sito del produttore http://www.atria.it/
    Ciao. Sebastiano.

  152. Sebastiano / mar 8 2011 14:49

    @ Salvatore, vale la stessa risposta di prima cioè:

    Puoi acquistarli direttamente tramite il nostro sito http://www.colorificio-online.it ,
    oppure ordinarli telefonicamente al nostro numero dedicato 02.43.11.41.83.

    Il costo di trasporto e’ fisso indipendentemente dalla quantità o dalla distanza è di € 8,00. Possibilità di pagare con tutti i metodi disponibili, bonifico, ricarica poste pay, paypal, carta di credito, bollettino postale e anche contrassegno.
    Ciao. Sebastiano.

  153. walter / mar 7 2011 18:51

    in termini di transmittanza , applicando un vs. rivestimento termoisolante a spessore di 3 mm su una parete esterna di una casa, vorrei sapere a quanti cm di spessore corrispondono usando un pannello EPS.

  154. salvatore / mar 6 2011 18:13

    Naturalmente anche io ho necessità di sapere i prezzi per idropittura per pareti interne e come fare poi per ordinarla.
    Sono un privato fai da tè..
    Saluti

  155. Puoi acquistarli direttamente tramite il nostro sito http://www.colorificio-online.it oppure ordinarli telefonicamente al nostro numero dedicato 02.43.11.41.83.

    Il costo di trasporto e’ fisso indipendentemente dalla quantità o dalla distanza è di € 8,00. Possibilità di pagare con tutti i metodi disponibili, bonifico, ricarica poste pay, paypal, carta di credito, bollettino postale e anche contrassegno.

    Il giorno 03/mar/2011, alle ore 14.32,

  156. Davide / mar 3 2011 13:32

    Io sono di Genova, per comprare questi prodotti cosa dovrei fare?

  157. Come una normale idropittura, e poi si può ricoprire con il colore della facciata.

    Il giorno 03/mar/2011, alle ore 14.29,

  158. Davide / mar 3 2011 13:29

    Anche questa si da con pennello o rullo e poi posso ridare il colore della facciata, giusto?

  159. Esatto. La versione per esterno è sempre termoisolante ma in più è un prodotto che resiste agli agenti atmosferici, di ottima qualità, paragonabile ad un quarzo.

    Il giorno 03/mar/2011, alle ore 14.26,

  160. Davide / mar 3 2011 13:26

    Un ultima domanda….volessi invece darla all’esterno farebbe la stessa funzione e in più impermeabilizzerebbe la facciata?

  161. Certo. La vernice ha un’ottima e densità e copertura, nonostante la resa inferiore per motivi tecnici al classico lavabile. La copertura con due mani è garantita, ancora meglio se colorata. Se il decorativo di fondo aveva dei riflessi comunque è sempre consigliabile una passata velocissima di carta vetrata per favorire l’adesione di qualsiasi idropittura. Qualora il colore fosse davvero acceso, per precauzione e per non sprecare materiale termico, consiglio di dare una mano di bianco per coprire.

    Il giorno 03/mar/2011, alle ore 13.53,

  162. Davide / mar 3 2011 12:53

    E la vernice risulta abbastanza coprente per coprire il colore sotto?

  163. @Davide Non si deve sverniciare e si può andare di sopra tranquillamente, sempre effettuando le due passate minime obbligatorie. Dopodichè si potrà nuovamente decorare sopra lo strato isolante creato da Atriathermika, che resterà attivo nel tempo. Ovviamente prima di procedere bisogna eliminare ogni traccia di muffa, se presente.

  164. Davide / mar 3 2011 08:15

    Salve, avrei bisogno di un paio di delucidazioni. Io ho appena pitturato una stanza con una vernice “decorativa” ovvero di quelle che lasciano le scie del pennello e a seconda della pennellato danno effetti diversi. Mi sono però accorto che questa parete d’inverno è gelida e forma condensa all’interno e quindi muffa. Vorrei applicare questa vernice, ma volevo capire se prima devo sverniciare in un qualche modo il muro oppure si deve coprire. Premetto che vorrei riavere lo stesso effetto di ora. Grazie mille

  165. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 25 2011 11:31

    @ Ivan, La pittura AtriaTermika , accoppiata con un Toglimuffa Casati , è la soluzione migliore. La pittura AtriaTermika le isola le pareti dal freddo, evitando così i ponti termici ed il formarsi della condensa, e dopo della muffa. Riguardo alla pittura precedente non ha bisogno di asportarla, purchè sia ancorata bene e non presenti segni di sfaldamento o di sfarinamento. Concludendo, prima impregnare le pareti con una soluzione dell’Antimuffa Casati, ed a distanza di 6 ore, o entro qualche giorno, tinteggiare le pareti con almeno due passate dii AtrriaTermica diluita al 10% di acqua. Se ha bisogno di ulteriori informazioni, chieda pure. Sebastiano.

  166. Ivan / gen 25 2011 10:49

    Buongiorno, ho un appartamento che sviluppa due lati esterni rivolti verso est e sud. In questi due lati ci sono due camere da letto: la matrimoniale (sviluppo E e S) e la cameretta a sud.
    Esternamente non c’è cappotto e per di più l’intonaco presente è molto rovinato (ora il construttore provvederà a riprendere le filature e rintonacare bene con un intonachino ruvido elastico). Nella camera matrimoniale due anni fa, dopo la comparsa di muffa superficiale partita dall’angolo a Est, ho provveduto a pulite tutte le pareti con varichina, spruzzare un prodotto antimuffa e ritinteggiare con idropittura traspirante.
    Ora l’angolo ha iniziato a farsi nero e anche la seconda camera presenta macchie di muffa superficiali lungo tutto l’angolo superiore della parete che guarda sud.
    Ho letto del prodotto ATRIATHERMIKA che abbina la lotta alla muffa con l’isolamento termico….
    Che ne dite? Oppure provo con altri prodotti? E poi la pittura sottostante che ho dato due anni fa va tolta tutta carteggiandola?
    Grazie della vostra gentile risposta….

    Ivan Longarini
    Attendo un vostro consiglio

  167. Sebastiano / gen 24 2011 11:30

    Silvia Dice:
    24 gennaio 2011 alle 10:59 modifica
    Salve, ho tinteggiato casa mia tre anni fa utilizzando un prodotto allora innovativo che prometteva l’impossibile la “vernice fotocatalitica” e da allora ho ovunque seri problemi di muffa che quest’anno si sono molto aggravati, perciò dovendo tinteggiare nuovamente il mio appartamento vorrei adoperare un prodotto specifico per la muffa, se poi migliora l’efficienza energetica ben venga, ma a me interessa principalmente annientare la muffa e vorrei sapere se ATRIATHERMIKA fa al caso mio o mi potete consigliare qualcos’altro? Inoltre ho letto di trattare le pareti prima con un disinfettante antimuffa (VIP SANIFIX op. TogliMuffa Casati): ma questo sostituisce quello che il mio imbianchino chiama “fissativo” oppure no? E poi ancora: io vivo a Bari e vorrei sapere se avete rivenditori da queste parti o devo ordinare tutto on-line? Grazie
    ************************************

    Non abbiamo rivenditori a Bari, solo a Milano. Il Toglimuffa non fa da isolante, serve solo a sterilizzare la muffa. L’Atria termika va usata in caso di muri freddi che provocano condensa. Altrimenti conviene usare la Pittura Antimuffa BIOTEX. Ciao. Sebastiano.

  168. Silvia / gen 24 2011 10:59

    Salve, ho tinteggiato casa mia tre anni fa utilizzando un prodotto allora innovativo che prometteva l’impossibile la “vernice fotocatalitica” e da allora ho ovunque seri problemi di muffa che quest’anno si sono molto aggravati, perciò dovendo tinteggiare nuovamente il mio appartamento vorrei adoperare un prodotto specifico per la muffa, se poi migliora l’efficienza energetica ben venga, ma a me interessa principalmente annientare la muffa e vorrei sapere se ATRIATHERMIKA fa al caso mio o mi potete consigliare qualcos’altro? Inoltre ho letto di trattare le pareti prima con un disinfettante antimuffa (VIP SANIFIX op. TogliMuffa Casati): ma questo sostituisce quello che il mio imbianchino chiama “fissativo” oppure no? E poi ancora: io vivo a Bari e vorrei sapere se avete rivenditori da queste parti o devo ordinare tutto on-line? Grazie

  169. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 23 2011 09:38

    @mauro
    http://www.kyotoclub.org/docs/guida_risparmio-energetico_nov09.pdf
    Scarica la guida in pdf che spiega come accedere alla detrazione.

  170. MAURO / gen 22 2011 16:06

    BUONGIORNO HO LETTO CHE USANDO L’IDROPITTURA ATRIATHERMIKA SI PUO OTTENERE LA DETRAZIONE DEL 55% , VORREI SAPERE COME FARE LA RICHIESTA E SE E VALIDA ANCHE SE IL LAVORO LO FACCIO IO. GRAZIE FIN DA ORA PER LA VOSTRA CORTESIA

  171. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / gen 20 2011 21:43

    @Fabrizio
    Evidentemente ci sono problemi di coibentazione in certe pareti nonostante una casa con cappotto esterno.
    Sicuramente la soluzione per risolvere dei piccoli ponti termici in alcune pareti è usare la termopittura o pittura termoisolante che elimina il divario di temperatura tra fuori e dentro e quindi previene la formazione di condensa e umidità.
    Il costo varia a seconda della marca, Casati o Atria. L’atriathermika come avrai già letto è il prodotto innovativo a microsfere di ceramica che isola ancora di più. Per info su prezzi e disponibilità basta cliccare su una delle tante immagini per poter accedere al nostro sito.
    Qui preferiamo solo parlare di aspetti tecnici e non di costi dei prodotti. Quando è meglio applicare il prodotto ??? Prima possibile …altrimenti la muffa avanza e ogni settimana devi disinfettare (non con candeggina ovviamente). Devi scegliere tu come vuoi affrontare o rimandare il problema.
    Se hai bisogno chiamaci tutti i giorni allo 02-43.11.41.83.

  172. Fabrizio / gen 12 2011 16:01

    Buona sera. Ho da poco acquistato una casa in classe energetica B. Riscaldamento a pannelli radianti, cappotto esterno pannelli solari per acs caldaia a condensazione etc..
    Fin quì tutto bene. Il problema che mi si è presentato è la formazione di condensa sulle superfici vetrate e in tre punti (bagno e camera da letto su pareti perimetrali) formazione di condensa o almeno sembra in quanto sono comparse piccole chiazze che scompaio solo ad areazione del locale. La mia domanda è: “Posso risolvere il problema con la termopittura?” Mi interesserebbe sapere anche il costo della stessa e quando dovrei trattare la parete (subito o in primavera?) Grazie!

  173. leolam / dic 27 2010 19:11

    vorrei sapere i punti vendita nel veneto,in particolare padova e provincia-vicenza e provincia.

  174. giovanni / dic 13 2010 20:12

    sono certo che le risposte da voi dateci sono veritiere al 100×100 grazie

  175. aldo furlanetto / nov 23 2010 05:49

    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di Trieste e il prezzo di listino

  176. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / set 24 2010 19:11

    @Paolo
    Grazie per la segnalazione. In effetti è un termine poco conosciuto per i non addetti e scrivendolo in automatico, sbagliando la prima volta, ho ripetuto l’errore (pur avendo letto convezione decine di volte in tutte le brochure e certificazioni).

    Ho corretto l’errore :)
    ciao
    Giuseppe

  177. paolo / set 24 2010 19:07

    Salve, interessante e utile ma…si dice CONVEZIONE e non “convenzione” (che è tutt’altro)

  178. paolo / set 24 2010 19:06

    Interessante e utile ma…dovreste correggere i termini tecnici: si dice CONVEZIONE e non CONVENZIONE (che é tutt’altro!)

  179. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / ago 25 2010 11:41

    @Tiziano :
    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di Roma e il prezzo di listino , non sono un professionista ma in casa tinteggio io ,questo prodotto può essere usato da un inesperto?
    grazie

    —————
    La nostra azienda distribuisce Atriathermika in provincia di Milano e dintorni tramite il nostro punto vendita ed in tutta Italia tramite corriere ad un costo fisso di €7,50 senza limiti di peso.
    Il nostro prezzo speciale riservato a chi acquista tramite il nostro sito è di € 135,00 iva compresa per la latta da 13lt.
    Riguardo l’applicazione , il procedimento è semplicissimo ed è lo stesso di una normale idropittura lavabile!! :)
    Vai tranquillo che non ci sono difficoltà di applicazione!!
    Per qualsiasi informazione ci puoi contattare allo 02-43.11.41.83.
    Giuseppe – Assistenza Tecnica

  180. Tiziano / ago 25 2010 11:36

    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di Roma e il prezzo di listino , non sono un professionista ma in casa tinteggio io ,questo prodotto può essere usato da un inesperto?
    grazie

  181. Sebastiano / giu 21 2010 15:41

    @Elena
    Con 5 litri e una diluizione massima del 10% si possono coprire mediamente 15mq con DUE passate.
    E’ importante fare almeno due passate per garantire l’isolamento termico caldo/freddo.

    ——————————-
    Salve,
    sarei interessata all’utilizzo di questo prodotto e avrei bisogno di sapere quanti mq posso coprire con 5 lt di prodotto e quante mani di pittura si consiglia di stendere.

  182. Elena / giu 21 2010 15:21

    Salve,
    sarei interessata all’utilizzo di questo prodotto e avrei bisogno di sapere quanti mq posso coprire con 5 lt di prodotto e quante mani di pittura si consiglia di stendere.

    Grazie

  183. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / giu 19 2010 07:26

    @ Davide
    Ti consiglierei di usare il fissativo acrilico della VIP JUFOND che si diluisce con 10 litri di acqua.
    Ovviamente per una superficie più piccola prendi una parte e diluiscilo in misura 1:14 (una parte di fissativo e 14 di acqua).

  184. Davide / giu 19 2010 05:22

    Buongiorno,
    grazie per le informazioni accurate che mi ha fornito.
    Preferisco usare anche un fissativo all’acqua (visto che faccio il lavoro, lo voglio fare il meglio possibile). Mi può consigliare quale fissativo usare? Sicuramente anche voi avrete questo prodotto. Mi può indicare qual’è?
    Grazie.
    Saluti.

  185. Sebastiano / giu 18 2010 16:47

    @ Davide
    Le spiego prima di tutto cosa significa questa indicazione che ha trovato nella scheda tecnica dell’AtriaThermika.
    Primerizzare deriva dall’inglese Primer che significa FONDO. In pratica si consiglia di applicare sempre un fondo tramite un fissativo all’acqua per consolidare una parete che magari è stata riparata, oppure è stata pitturata con pittura a tempera di scarsa qualità oppure non è mai stata verniciata.
    Quindi questo passaggio non serve per il trattamento della muffa e, giustamente, non è citato nella guida specifica che ha letto.
    Ricapitolando, lei può aver bisogno di un fissativo acrilico soltanto se dopo aver pulito con liquido antimuffa nota che la vecchia vernice si sgretola passando la spugna o il fondo rimane molto polveroso magari a causa della muffa che ha consumato la vernice.
    In tutti gli altri casi non è mai necessario usare un fissativo, anche se come le ho già detto TUTTE le case consigliano di usarlo a scopo cautelativo.

    Riguardo la sua seconda richiesta, le allego un link per consultare la cartella colori pastello con cui possiamo colorare anche Atriathermika http://www.edilbrico.net/public/38476108_Cartella_Colori_Classici_VIP.pdf

  186. Davide / giu 18 2010 16:04

    Buonasera,
    ho letto attentamente sul vostro sito le istruzioni su come eliminare la muffa.
    Non ho però trovato la seguente indicazione nelle istruzioni:

    “Primerizzare con fissativo acrilico all’ acqua oppure con fissativo silossanico ad acqua.”

    Questa indicazione è presente nelle istruzioni su come usare il prodotto AtriaTermiKa per interni.
    Mi potete spiegare cosa significa? Mi consigliate un prodotto per soddisfare questo requisito?
    Questo prodotto va messo dopo il liquido antimuffa e prima della pittura giusto?

    Inoltre ho vistro che questa pittura termoisolante è presente in colore bianco e tinte pastello.
    Mi potete inviare un esempio (via email) per capire quali tinte pastello sono presenti e la tonalità?

    Grazie
    Saluti

  187. Sebastiano / giu 14 2010 09:22

    Rispondiamo a chi ci ha chiesto dove reperire ATRIATHERMIKA in un punto vendita vicino casa.

    La nostra azienda rivende in esclusiva su internet e nel punto vendita di Pioltello (MI) i prodotti ATRIATHERMIKA. Trattandosi di una fabbrica che produce in sicilia, Atria non ha una rete distributiva ampia nel nord italia. Consideri che le nostre spese di trasporto sono di € 7,50 per qualsiasi quantitativo , da 1kg a 1000kg e applichiamo un prezzo scontato anche all’utente privato, quindi l’acquisto tramite internet può risultare più conveniente che in un colorificio “fisico”.
    Se avesse bisogno di ulteriori informazioni ci può contattare allo 02.43.11.41.83

  188. gianni / giu 13 2010 15:07

    chiedo dove posso trovare rivenditore dipittura atriathermika ,risiedo in provicia di mantova

  189. nicola / giu 2 2010 10:15

    desidero sapere dove posso trovare atria termica nella zona di foggia e il prezzo di listino , non sono un professionista ma in casa tinteggio io ,questo prodotto può essere usato da un inesperto?
    grazie

  190. Edilbrico.Net Assistenza Tecnica / mag 19 2010 14:24

    Buongiorno Lorenzo, un nostro tecnico le ha inviato una mail con tutte le informazioni da lei richieste.

  191. lorenzo / mag 19 2010 06:15

    vorrei ricevere informazioni sul prodotto ed il costo per trattare delle parei interne ed esterne. Abito a Lecce.
    La Mia azienda si chiama:
    MELV di De Matteis Lorenzo & c. s.a.s.
    via Teocrito, 7 73100 LECCE
    tel. 393/9403790

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 43 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: